Festival maggio musicale fiorentino 2019 calendario opera concerti
L'opera Lear, foto: Michele Monasta

Un lungo calendario fatto di 130 eventi, tra cui 5 opere: è questo il festival del Maggio musicale fiorentino 2019. Dal 2 maggio al 26 giugno il programma spazia dalla lirica ai concerti e alla danza, il tutto legato da un filo rosso: “Potere e virtù”, tema scelto per questa 82esima edizione.

La location principale sarà il Teatro del Maggio musicale fiorentino, ma la kermesse  interesserà anche altri luoghi di Firenze, della Città metropolitana e della Toscana. Vediamo allora in dettaglio i principali appuntamenti, tra opere e concerti sinfonici.

L’inaugurazione: Lear

L’opera inaugurale, in scena il 2, 5 e 9 maggio, è Lear proposto nell’allestimento dell’Opéra national de Paris. Sul podio il maestro Fabio Luisi e alla regia lo spagnolo Calixto Bieito.

Maggio musicale fiorentino 2019, la Straniera di Bellini

La seconda opera è in calendario per il 14, 16 e 19 maggio. La Straniera di Vincenzo Bellini è diretta sempre dal maestro Luisi, mentre la regia è affidata a Mateo Zoni. Tra gli interpreti sul palco figurano Salome Jicia, Dario Schmunck, Julian Kim e Dave Monaco.

La prima de “Le leggi fondamentali della stupidità umana”

Nel cartellone del Maggio fiorentino anche una nuova opera di Vittorio Montalti “Le leggi fondamentali della stupidità umana”, ispirata al saggio omonimo dello storico Carlo Cipolla. Le date sono quelle del 25, 29 e 31 maggio al Teatro Goldoni. Regia di  Giancarlo Cauteruccio, con Ljuba Bergamelli, Victoria Massey, Marcello Nardis, Oliver Pürckhauer.

“ Le nozze di Figaro”, nuovo allestimento

La quarta opera del festival 2019 è un classico di Mozart, “Le nozze di Figaro”, che arriva al teatro del Maggio in un nuovo allestimento firmato da Sonia Bergamasco alla regia con Kristiina Poska che dirigerà l’orchestra. La prima è fissata il 15 giugno, le repliche il 17, 19 e 21 giugno. Sul palco, tra gli altri, Laura Giordano, Mattia Olivieri e Serena Gamberoni.

L’opera nella Grotta del Buontalenti, a Boboli

Continua la collaborazione tra il Maggio musicale e le Gallerie degli Uffizi, per far conoscere al grande pubblico l’opera fiorentina. Il Giardino di Boboli con la sua Grotta del Buontalenti ospita il 16, 18 e 22 giugno “Intermedi della Pellegrina”. Si tratta di una commedia composta alla fine del Cinquecento da Girolamo Bargagli e musicata da Antonio Archilei, Cristofano Malvezzi, Luca Marenzio, Giulio Caccini, Giovanni de’ Bardi, Jacopo Peri e Emilio de’Cavalieri. La regia è affidata a Valentino Villa, mentre l’orchestra Modo Antiquo è diretta dal maestro Federico Maria Sardelli.

I concerti del Maggio musicale fiorentino 2019, da Fabio Luisi a Zubin Mehta

Spazio anche alla musica sinfonica. Si parte il 4 maggio con un concerto del ciclo Mahler/Schubert con il maestro Fabio Luisi che guida l’orchestra nell’esecuzione della Sinfonia n.2 in si bemolle maggiore D.125 di Schubert e la Sinfonia n.4 in sol maggiore per soprano e orchestra di Gustav Mahler.

Fabio Luisi Maggio musicale fiorentino 2019 concerti
Fabio Luisi, foto Michele Monasta

Il 15 maggio sul podio sale James Conlon, che dirige l’Orchestra sinfonica nazionale della Rai ne Gli affreschi di Piero della Francesca di Bohuslav Martinů, nel Trittico botticelliano per orchestra P 151 di Ottorino Respighi e nei Quadri da un’esposizione di Modest Musorgskij.

Il 18 maggio Wolfram Christ e l’Orchestra del Maggio propongono Con brio di Jörg Widmann, nella Sinfonia n.8 in fa maggiore op.93 di Ludwig van Beethoven e nella Sinfonia n.3 in re maggiore D.200 di Franz Schubert.

Il 23 maggio è Myung-Whun Chung ad interpretare la Sinfonia n. 2 in re maggiore op.36 di Ludwig van Beethoven e la Sinfonia n. 4 in mi minore per orchestra op. 98 di Johannes Brahms.

Il 26 maggio un atteso ritorno: Zubin Mehta, direttore onorario a vita del Maggio musicale, dirige Zakir Hussein, musicista indiano tra i più celebri suonatori di tabla al mondo in un pezzo dello stesso Hussein, Peshkar, concerto per tabla e orchestra e l’Orchestra del Maggio nella Sinfonia n.9 in do maggiore D944 La grande.

Mehta tornerà a dirigere due concerti il 30 maggio (Salmo 23 per coro e orchestra op.14, in Geheimnis per coro e orchestra d’archi di Alexander Zemlinsky e concerto n. 5 in la maggiore per violino K.219 Turkish di Wolfgang Amadeus Mozart) e il 2 giugno (Daniel Barenboim al pianoforte nell’Intégrales di Edgar Varèse, nel Concerto n.3 per pianoforte e orchestra in do minore op.37 di Ludwig van Beethoven e nella Shéhérazade op. 35 di Nicolaj Rimskij-Korsakov).

Il 27 maggio appuntamento con l’Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Salvatore Sciarrino con brani tratti dal repertorio di Franz Liszt e dello stesso maestro.

Riccardo Muti a Firenze

Il 28 maggio un altro gradito ritorno, quello di Riccardo Muti per dirigere l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini con il Coro della Radio Bavarese nella Missa defunctorum per soli, coro e orchestra di Giovanni Paisiello.

Il 20 giugno in calendario il concerto diretto da Michael Boder con l’Orchestra ne Dai calchi di Sabbiuno di Fabio Vacchi e nella Sinfonia n.4 in mi bemolle maggiore Romantica – Prima versione di Anton Bruckner.

Il 25 giugno spazio all’Orchestra della Toscana e “Ort Attack – Emozioni” in musica con le note di Antonio Vivaldi, Astor Piazzolla, Ennio Morricone, John Williams e Giovanni Sollima. Il calendario sinfonico del Maggio musicale fiorentino 2019 si chiude il 26 giugno con Daniele Gatti, questo il programma: Sinfonia n.3 H 186 Liturgique di Arthur Honegger e Aleksandr Nevskij op.78 cantata per mezzosoprano, coro e orchestra dalla musica per il film di Ejzenstein di Sergej Prokof’ev.

I biglietti e gli abbonamenti per il Maggio musicale fiorentino

Oltre che presso la biglietteria del teatro del Maggio, nei punti vendita autorizzati e online, i biglietti possono essere acquistati anche nelle edicole fiorentine che aderiscono al progetto del Comune per la vendita dei tagliandi di opere e concerti.

Esistono anche 3 diversi abbonamenti: quello sinfonico per 9 concerti, quello per le opere che comprende 5 spettacoli in date a scelta e il pacchetto “Carnet opera festival libero 4 you” che include 4 ingressi, ad eccezione della prima di Lear. Prezzi e vendita online sul sito del Maggio musicale fiorentino.