martedì, 23 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniEventiMaggio musicale fiorentino 2020: il...

Maggio musicale fiorentino 2020: il festival delle star

Il 23 aprile al via l’83° Maggio Musicale Fiorentino. Zubin Mehta, Placido Domingo e Marina Abramović tra i protagonisti del primo festival firmato dal sovrintendente Pereira

-

- Pubblicità -

Dieci titoli lirici, sedici appuntamenti sinfonici, un programma lungo 3 mesi per il festival del Maggio Musicale Fiorentino 2020. Ma anche prezzi dei biglietti in aumento. I numeri sono certamente croce e delizia dell’83esima edizione della celebre rassegna di classica e lirica, che comincerà il 23 aprile e andrà avanti fino al 23 luglio 2020. La prima edizione del festival a portare la firma di Alexander Pereira, l’ex sovrintendente della Scala di Milano che dal 16 di dicembre ha preso ufficialmente in mano le redini del teatro fiorentino.

Pereira, che succede a Cristiano Chiarot, ha annunciato un festival con grandi nomi sul podio, sul palcoscenico e alla regia, assicura l’arrivo di nuovi sponsor disposti a investire a Firenze ma, alla voce “cattive notizie”, informa che – almeno per quel che riguarda il festival – i costi delle poltrone saranno aumentati, anche se non in maniera esponenziale.

- Pubblicità -

I nomi internazionali

I 3 mesi di programmazione vedono impegnati alcuni dei più grandi nomi della scena lirica e sinfonico-concertistica internazionale tra cui Zubin Mehta, Myung-Whun Chung e Daniele Gatti tra i direttori d’orchestra, Davide Livermore, Marina Abramović, Cesare Lievi, Valerio Binasco e Zhang Yimou alla regia e tra i cantanti Fabio Sartori, Gregory Kunde, Marjorie Owens, Hibla Gerzmava, Thomas Hampson, Francesco Meli, Krassimira Stoyanova, Carlos Alvarez, Roberto Frontali, Sonya Yoncheva e Placido Domingo.

Il cartellone del Maggio Musicale Fiorentino 2020

Il maestro Zubin Mehta, direttore onorario a vita del Teatro, dirigerà Fidelio di Ludwig van Beethoven in forma di concerto e Otello di Giuseppe Verdi oltre all’integrale delle sinfonie di Beethoven per un totale di undici presenze sul podio durante il festival. E se la gran parte del cartellone sinfonico sarà dedicato proprio a Beethoven, nell’anno in cui si celebrano i 250 anni dalla sua nascita, i titoli lirici spazieranno da Lo sposo di tre e marito di nessuna (rara opera buffa di Luigi Cherubini che inaugurerà il festival il 23 aprile) ai già citati Otello e Fidelio e ancora le opere contemporanee Jeanne Dark di Fabio Vacchi e 7 deaths of Maria Callas, prima nazionale del lavoro scritto e diretto dalla famosissima artista serba Marina Abramović, che ha scelto il palco di Firenze per il suo debutto italiano nella regia di un’opera lirica.

- Pubblicità -

Dalla contemporaneità si passerà poi alle atmosfere seicentesche con Euridice di Jacopo Peri, seguita dalla Turandot di Giacomo Puccini con la celebre regia di Zhang Yimou e poi Un ballo in maschera di Verdi nell’allestimento del Teatro Bol’šoj e infine – sempre rimanendo nel repertorio verdiano – La traviata che vedrà le star sul palco Placido Domingo e Sonia Yonceva e per finire L’elisir d’amore per i bambini, riduzione del capolavoro di Donizetti in un allestimento del Teatro alla Scala su misura del pubblico più giovane. Sul sito ufficiale sono in vendita i biglietti per l’83esima edizione del Maggio musicale fiorentino.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -