sabato, 25 Settembre 2021
HomeSezioniEventiGli eventi di settembre 2021...

Gli eventi di settembre 2021 alla Manifattura Tabacchi di Firenze

Dalla mostra Superblast al festival God Is Green: gli eventi in programma a settembre dentro la Manifattura Tabacchi di Firenze sono dedicati al tema del rapporto tra uomo, città e natura

-

Le installazioni della mostra Superblast e le iniziative del festival sulla sostenibilità God Is Green: sono questi gli eventi di punta della Manifattura Tabacchi di Firenze, in questo mese di settembre 2021. Il fil rouge delle iniziative in programma è la riflessione sull’ecologia, intesa come una nuova forma di relazione tra uomo, città e natura.

La mostra Superblast

Gli eventi settembrini  sono legati ai temi di Superblast, la mostra nata dalla residenza artistica dei 6 vincitori del bando internazionale della Manifattura, che hanno realizzato altrettanti progetti site-specific. Il percorso espositivo sarà aperto al pubblico da giovedì 16 a sabato 18 settembre 2021.

Gli artisti Edoardo Aruta, Antonio Obregon Bermudez, Federica Di Pietrantonio, IPER-collettivo, Oliviero Fiorenzi e Violette Maillard hanno indagato temi come lo stato di natura contemporaneo nel mondo virtuale, il rapporto tra ambiente urbano e ambiente naturale, il paradosso insito nella mobilità elettrica. E ancora i semi del colonialismo nella rappresentazione del paesaggio, lo spazio dell’arte in relazione ai fattori incontrollabili del contesto pubblico, il parallelo tra biodiversità culturale e biodiversità naturale.

Bermudez "Nature Is Not Green"_Foto: Leonardo Morfini

Gli eventi di settembre 2021 alla Manifattura Tabacchi di Firenze: God Is Green

Dopo gli eventi estivi, la Manifattura Tabacchi ospita il festival dedicato alla sostenibilità e al futuroGod Is Green“, che da mercoledì 15 a martedì 21 settembre  si concentra sulle riflessioni nate durante l’ultima residenza artistica nell’ex compresso industriale. In programma 5 talk, per un percorso  che unisce arte, scienza, teoria e industria.

Domenica 19 settembre inoltre si conclude il progetto Botanica Temporanea – L’arte dei giardini invisibili, la mostra-laboratorio, inaugurata lo scorso 18 giugno, basata sulla filosofia dei giardini a bassa manutenzione che emergono spontanei nell’ambiente urbano. A chiudere questa esperienza un simposio sviluppato intorno a conversazioni conviviali, durante le quali i partecipanti saranno invitati ad un momento di discussione legato alla mostra.

Ultime notizie