Home Sezioni Eventi Gli eventi di settembre 2021 alla Manifattura Tabacchi di Firenze

Gli eventi di settembre 2021 alla Manifattura Tabacchi di Firenze

Dalla mostra Superblast al festival God Is Green: gli eventi in programma a settembre dentro la Manifattura Tabacchi di Firenze sono dedicati al tema del rapporto tra uomo, città e natura

L'Installazione IperCollettivo "Micromegásuoni". Foto: Leonardo Morfin

Le installazioni della mostra Superblast e le iniziative del festival sulla sostenibilità God Is Green: sono questi gli eventi di punta della Manifattura Tabacchi di Firenze, in questo mese di settembre 2021. Il fil rouge delle iniziative in programma è la riflessione sull’ecologia, intesa come una nuova forma di relazione tra uomo, città e natura.

La mostra Superblast

Gli eventi settembrini  sono legati ai temi di Superblast, la mostra nata dalla residenza artistica dei 6 vincitori del bando internazionale della Manifattura, che hanno realizzato altrettanti progetti site-specific. Il percorso espositivo sarà aperto al pubblico da giovedì 16 a sabato 18 settembre 2021.

Gli artisti Edoardo Aruta, Antonio Obregon Bermudez, Federica Di Pietrantonio, IPER-collettivo, Oliviero Fiorenzi e Violette Maillard hanno indagato temi come lo stato di natura contemporaneo nel mondo virtuale, il rapporto tra ambiente urbano e ambiente naturale, il paradosso insito nella mobilità elettrica. E ancora i semi del colonialismo nella rappresentazione del paesaggio, lo spazio dell’arte in relazione ai fattori incontrollabili del contesto pubblico, il parallelo tra biodiversità culturale e biodiversità naturale.

Gli eventi di settembre 2021 alla Manifattura Tabacchi di Firenze: God Is Green

Dopo gli eventi estivi, la Manifattura Tabacchi ospita il festival dedicato alla sostenibilità e al futuroGod Is Green“, che da mercoledì 15 a martedì 21 settembre  si concentra sulle riflessioni nate durante l’ultima residenza artistica nell’ex compresso industriale. In programma 5 talk, per un percorso  che unisce arte, scienza, teoria e industria.

Domenica 19 settembre inoltre si conclude il progetto Botanica Temporanea – L’arte dei giardini invisibili, la mostra-laboratorio, inaugurata lo scorso 18 giugno, basata sulla filosofia dei giardini a bassa manutenzione che emergono spontanei nell’ambiente urbano. A chiudere questa esperienza un simposio sviluppato intorno a conversazioni conviviali, durante le quali i partecipanti saranno invitati ad un momento di discussione legato alla mostra.