sabato, 19 Settembre 2020
Home Sezioni Eventi L'orario migliore per vedere le...

L’orario migliore per vedere le stelle cadenti (non solo la notte di San Lorenzo)

Stelle cadenti 2020, istruzioni per l'uso: quando è il picco e dove guardare in cielo per scorgere una scia luminosa

-

Tutti con il naso all’insù per dare la caccia a una scia luminosa, tenendo ben a mente i desideri da esprimere. Come ogni anno, nel periodo a cavallo della notte di San Lorenzo (10 agosto), tornano a fare capolino nei nostri cieli le stelle cadenti per il consueto passaggio delle Perseidi, lo sciame di meteoriti che regala questo spettacolo suggestivo: quali sono i giorni del “picco” nel 2020, l’orario migliore per vederle e dove guardare, ecco tutte le informazioni utili.

Cosa sono le meteore Perseidi

Secondo la tradizione sono le “lacrime di San Lorenzo”, perché ogni anno è possibile vederle proprio il 10 agosto, giorno in cui si festeggia il Santo (che è anche co-patrono di Firenze). Le Perseidi sono uno sciame di meteoriti, frammenti lasciati dal passaggio della cometa Swift-Tuttle: nonostante abbia fatto capolino dalle nostre parti l’ultima volta quasi 30 anni fa, le stelle cadenti che vediamo per la Notte di San Lorenzo sono i detriti lasciati intorno a metà dell’Ottocento, spiega l’Inaf, l’Istituto nazionale di Astrofisica.

La cometa impiega 133 per fare il giro del sistema solare ed è necessario molto tempo prima che i resti lasciati al suo passaggio intercettino l’atmosfera, disintegrandosi completamente a 100 chilometri dalla superficie terrestre.

Quando vedere le stelle cadenti nel 2020: il picco dalla notte di San Lorenzo in poi

In questo 2020 il picco massimo delle stelle cadenti abbraccia 3 giorni, quando è più probabile vedere questo spettacolo di luci: si parte dalle ore 22.00 di martedì 11 agosto per arrivare fino alle 4 del mattino di giovedì 13 agosto 2020. Il giorno migliore è mercoledì 12 agosto, ma è possibile scorgere le stelle cadenti già il 10 agosto per la Notte di San Lorenzo oppure – per i ritardatari – le ultime chance ci saranno nelle notti fino a Ferragosto.

E lo spettacolo si annuncia doppio, perché non ci sono solo le Perseidi, ma anche le Delta Acquaridi, un secondo sciame di meteore, già “avvistato” dagli appassionati a fine luglio (il loro picco è stato proprio il 29 e 30 dello scorso mese).

L’orario migliore per vedere le stelle cadenti

A complicare un po’ l’osservazione della volta celeste in queste notti d’estate è però la luce della luna (nel suo ultimo quarto durante il picco delle Perseidi), per questo l’orario migliore per vedere le stelle cadenti di San Lorenzo è nella parte centrale della notte, quando il satellite terrestre non è ancora sorto o è basso sulla linea dell’orizzonte.

Grossomodo dalle 22.00 in poi, durante i giorni del picco delle stelle cadenti, si potranno vedere fino a 50 meteore l’ora. Passato agosto, per le prossime stelle cadenti bisognerà aspettare l’inizio di ottobre con le Orionidi (qui il calendario 2020 dell’Inaf) .

Vedere (bene) le lacrime di San Lorenzo: dove guardare per intercettare le Perseidi

L’Inaf, in un utile video sul cielo estivo, consiglia anche dove guardare per scorgere le stelle cadenti, tra il 10 e 15 agosto 2020: bisogna rivolgere lo sguardo verso le zone a nord-est del cielo in direzione della costellazione di Perseo (proprio sotto Cassiopea, una costellazione a forma di W), così facendo sarà più facile incontrare una scia luminosa.

Il suggerimento poi è recarsi lontano dalle città e da fonti di luce artificiale e soprattutto… non restare attaccati al cellulare: lo schermo luminoso dello smartphone infatti impedisce che i nostri occhi si adattino al buio.

Ultime notizie

La Rondine di Puccini al Teatro del Maggio musicale fiorentino

Molte accortezze anti-Covid, ma ancora tanta voglia di fare spettacolo. Al Maggio torna un titolo riscoperto del repertorio pucciniano

Il concerto dei Bowland a Villa Bardini (in streaming)

Un'esibizione speciale che sarà trasmessa sui social. Lattexplus lancia un nuovo progetto che lega insieme musica e location esclusive

Tessera elettorale smarrita o piena: cosa fare per ritiro, cambio o rinnovo

Persa, danneggiata o rubata: la procedura da seguire per richiedere il documento essenziale al momento del voto