martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Eventi Pitti Filati 65 dal 7...

Pitti Filati 65 dal 7 al 9 luglio

-

I NUMERI E NOMI DI QUESTA EDIZIONE:
ESPOSITORI
123 marchi (42 all’interno della sezione Fashion At Work)
dei quali 29 provenienti dall’estero

SUPERFICIE
23.000 metri quadrati

BUYER
5.527 i compratori all’ultima edizione invernaledei quali 2.534 (il 46% del totale) esteri
principali mercati esteri di riferimento: Germania, Gran Bretagna, Giappone, Francia, Spagna, Stati Uniti, Turchia, Hong Kong, Olanda, Svizzera, Cina e Austria
principali mercati esteri in espansione: Russia, Cina, Polonia, Turchia, Israele

NOMI NUOVIE RIENTRI
Tra i nomi nuovi e i rientri da segnalare: 3B (Italia), Ca-Tex (Italia), Chris Judge Design Studio (Gran Bretagna), Eisaku Noro (Giappone), Hasegawa (Giappone), Ideafilo (Italia), Inca Tops (Perù), Marchi & Fildi (Italia), Michell (Perù), Minardi Piume (Italia), Nardi Filati (Italia), Sato Seni (Giappone), Schoeller Wool (Austria) e V.V.G. (Italia).

La novità della prossima edizione di Pitti Filati, che si svolgerà alla Fortezza da Basso di Firenze dal 7 al 9 luglio 2009, è la concomitanza di date e location con Moda – Prima Tessuto, il nuovo progetto del consorzio Pratotrade nel settore dei tessuti.

“Apriamo la prossima edizione di Pitti Filati con i migliori auspici – dichiara Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine. “Abbiamo accolto la richiesta di collaborazione proveniente da un settore diverso ma complementare a quello dei filati, perché ci è sembrata da subito una sfida interessante: affiancare alle nostre aziende, che rappresentano la fascia più alta della produzione italiana e internazionale di filati per maglieria, un settore immediatamente affine nella filiera produttiva, è senz’altro utile per rafforzare e completare l’offerta fieristica nazionale. Per i nostri top buyer, molti dei quali sono i rappresentanti degli uffici stile delle aziende e delle griffe più importanti della moda, sarà l’occasione per vedere l’eccellenza della filatura internazionale e captare ancor meglio le tendenze delle prossime stagioni, grazie all’anticipo sui tessuti. In questo senso lo Spazio Ricerca di Pitti Filati sarà concepito per interagire con l’area tendenze del nuovo salone, e amplificherà il suo carattere di laboratorio di input per la moda del futuro”.

IL NUOVO SPAZIO RICERCA WHO-AND-I
Who-and-I è il titolo del nuovo Spazio Ricerca di Pitti Filati 65 che sotto la direzione artistica del fashion designer Angelo Figus e dell’esperta in maglieria Nicola Miller presenterà le tendenze dell’autunno/inverno 2010-2011.

La nuova versione dello Spazio Ricerca coinvolge tutto il Padiglione Cavaniglia includendo anche Fashion at Work, l’area dedicata alle aziende di servizi e tecnologie più avanzate per il tessile/abbigliamento, e sulla scia del consenso raccolto alla prima edizione presenta punti selezionati dagli archivi storici dei laboratori di maglieria e delle grandi case di moda, capi di abbigliamento e sperimentazioni in maglia oltre, a collegamenti concreti con il mondo dei tessuti dei lavaggi, delle stampe, dei ricami e del decoro, continuando così lo sviluppo di un nuovo concetto di area tendenze.

Who-and-I è una riflessione sul tema dell’identità, una ricerca a ritroso verso le proprie origini e i propri caratteri identitari, che attraverso 5 temi – Pre-History, Re-Tailor, Chil-Dish, And-Rogine, U-Nisex – getta le basi per la progettazione di un nuovo futuro e una nuova estetica.

Lo Spazio Ricerca, realizzato come a ogni edizione grazie al fondamentale contributo delle aziende espositrici, continua inoltre il suo percorso di ricerca sulle ultime novità in termini di filati ecologici, etici e equo sostenibili.

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale