Home Sezioni Eventi Scoppio del carro a Firenze 2021: com’è andato il volo della colombina

Scoppio del carro a Firenze 2021: com’è andato il volo della colombina

A Firenze dopo un anno di stop per il Covid, per la Pasqua 2021 è tornato lo scoppio del carro: il volo della colombina in una piazza del Duomo off limits

scoppio carro 2021 volo colombina

Volo senza intoppi per la colombina, per lo scoppio del carro 2021: un evento che a Firenze è da sempre un simbolo di buona fortuna, ma che oggi ha un significato ancora più importante, vista l’emergenza sanitaria. Il rito si è svolto in una piazza Duomo deserta: presenti solo alcune autorità e le telecamere che hanno trasmesso in diretta tv lo spettacolo del Brindellone e la messa di Pasqua. L’anno scorso, in pieno lockdown, lo scoppio del carro era stato annullato.

Scoppio del carro 2021: volo della colombina in diretta tv

Per il 2021, il Comune di Firenze insieme all’arcivescovo Giuseppe Betori ha deciso di riproporre l’antica tradizione dello scoppio del carro, che risale a oltre 9 secoli fa ed è legata al ritorno dei fiorentini dalle Crociate nel 1101 (qui perché si celebra). Per prevenire assembramenti non è stato però possibile aprire la cerimonia al pubblico. Annullato anche il corteo storico che di norma accompagna il Brindellone da Porta al Prato fino a Santa Maria del Fiore.

Il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica ha deciso di chiudere piazza Duomo e le vie limitrofe, durante la mattinata di Pasqua, dalle 7.00 fino al termine della messa. Stavolta a godersi lo spettacolo non c’erano né turisti, né fiorentini. Anche i giornalisti e i fotografi non hanno potuto assistere al volo della colombina: per lo scoppio del carro 2021, il Comune di Firenze ha affidato tramite un bando la trasmissione in diretta televisiva dello scoppio del carro a Toscana Tv.

Messa di Pasqua in Duomo contingentata

A differenza dell’anno scorso in Duomo si è svolta la messa, ma con un “pubblico” di fedeli contingentato: al massimo 250 persone come previsto dalle regole anti-Covid. Una Pasqua diversa nel centro di Firenze: anche qui, per effetto dell’ordinanza del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, tutti i negozi sono chiusi fino al lunedì dell’Angelo, ad eccezione di farmacie, parafarmacie ed edicole. Stop inoltre alla classica passeggiata di Pasquetta tra i monumenti, per effetto delle regole della zona rossa. Qui cosa si può fare dal 3 al 5 aprile.