Nel Ponte di pietra, che contiene elementi mitici forti, i corpi si tramutano in alberi carichi di frutti, i lupi offrono le loro pelli per dare calore, gli animali “diventano morti” per trasformarsi in cibo. Tutto questo ha una forte valenza religiosa.

Tutto ruota intorno ad un’immagine fondatrice: due esseri ingenui, cui per età è negata qualsiasi forma di astuzia, devono passare attraverso prove che non intaccano la loro morale e il loro cuore.

Prove che permettono di vedere chiaramente oltre i valori adulti riscoprendo, in modo forse fiabesco, una terra dove ricominciare una nuova vita e un luogo dove alla fine tutto è possibile.

Daniel Danis sarà presente alla serata che fa parte di un programma internazionale in cui l’Ambasciata di Francia coinvolge varie città e teatri italiani (tra cui Piccolo Teatro di Milano, Festival delle Colline di Torino, Teatro Stabile di Genova, Arena del Sole di Bologna e Teatro Mercadante di Napoli) per la promozione di autori francesi e francofoni.

Giovedì 20. Inizio spettacolo h 21:15. Ingresso libero