Luca Lanzi – autore e cantante della Casa del Vento – ha interpretato in anteprima il brano alla presenza della signora Nada Giorgi.

Il brano “racconta” la vera storia di Nada Giorgi – oggi signora ottantenne residente in Valdisieve – donna del partigiano Renato Ciandri, il Bube del romanzo di Carlo Cassola da cui fu tratto anche un film di Luigi Comencini con Claudia Cardinale.

Il brano sarà contenuto nell’album “Il fuoco e la Neve” in uscita nazionale il prossimo 18 aprile.

Dopo l’uscita del libro dello scrittore Massimo Biagioni che ha rivisitato l’argomento, adesso, attraverso la parola cantata e la voce di Nada, viene fornita una dimensione nuova per raccontare una storia che fa parte del nostro territorio. Come nel libro di Biagioni anche la Casa del Vento racconta fedelmente i fatti di questa “storia italiana” che si sviluppa sullo sfondo del secondo dopoguerra e dove si muove la vicenda personale di Renato e Mara, la cui testimonianza costituisce il filo narrante del brano.

“Si tratta – ha spiegato il Sindaco di Pontassieve Marco Mairaghi – di un lettura diversa, e in qualche misura anche originale, per dare voce a questo evento già trattato in maniera completa da Biagioni nel suo libro. La musica come veicolo per raccontare una storia vera che speriamo abbia riscontri in particolare modo tra le nuove generazioni. Credo sia una necessità raccontare questo periodo”.

Soddisfatto anche Luca Lanzi che ha parlato della volontà di raccontare storie e si è soffermato su questo brano che lui ha definito una canzone di “amore e Resistenza”.