La città si prepara a vivere Fiorentina-Juventus. Dentro e fuori dal campo. Se per quanto riguarda la partita è stato Vincenzo Montella, alla vigilia, a illustrare quali debbano essere le “armi” viola per far male ai bianconeri, per quello che (non) dovrà e potrà succedere fuori dal campo si è tenuto ieri un tavolo in Prefettura. Da cui è emerso che, in occasione della partita di questa sera, saranno intensificati tutti i servizi di vigilanza e di controllo.

misure speciali

Il prefetto Luigi Varratta ha voluto fare un ulteriore punto della situazione con i vertici delle forze di polizia. “E’ un partita che la città sente molto  – ha sottolineato Varratta –  e mi auguro che prevarranno sport e buonsenso”. Già in precedenza, alla riunione tecnica tenutasi in Questura, erano state definite le misure speciali per affrontare il big match da tutto esaurito, anche sotto il punto di vista del traffico, visto che proprio il giorno della partita, venerdì 5 dicembre, è in programma lo sciopero del trasporto pubblico locale.

viabilità e controlli

Ataf – viene spiegato sempre dalla Prefettura – ha comunque garantito la presenza di autobus speciali alla stazione di Santa Maria Novella per il trasporto fino allo stadio dei tifosi che giungeranno in treno a Firenze. Pullman e auto diretti allo stadio in arrivo ai caselli autostradali di Firenze Sud e Firenze Nord saranno incolonnati e accompagnati da polizia e carabinieri fino al settore ospiti del Franchi.

allo stadio

Intorno all’impianto sportivo, poi, saranno presenti numerose pattuglie per controllare che tutto proceda senza problemi. Sono circa 350 gli uomini delle forze dell’ordine messi in campo per l’occasione. Inoltre, sono previsti più steward sugli spalti e un accurato prefiltraggio, mentre sono stati rafforzati e prolungati anche i servizi viabilità dei vigili urbani su tutte le strade principali.

stop all'alcol

Infine, il prefetto ha adottato anche l’ordinanza che vieta la vendita per asporto di alcolici e bevande di qualunque gradazione in contenitori di vetro e lattine. Il divieto, che riguarda negozi e ambulanti, sarà in vigore dalle 13 di venerdì 5 dicembre alle una di sabato, sia all’interno dell’impianto sportivo che al suo esterno, nell’area compresa nel perimetro piazza delle Cure, viale dei Mille, via Pacinotti, via del Pratellino, via del Campo d’Arrigo, viale De Amicis, via lungo l’Affrico, piazza Alberti, viale Ojetti, viale Righi, viale Volta e piazza delle Cure.