domenica, 25 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaDelusione viola. La Fiorentina perde...

Delusione viola. La Fiorentina perde la Coppa Italia con onore / LE FOTO

Viola che hanno messo in seria difficoltà la finalista di Champions. Segna subito Nico Gonzalez poi una doppietta di Lautaro

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

La Fiorentina esce sconfitta dall’Olimpico dove ha perso (2-1) contro l’Inter. Bellissima la coreografia creata dai 30.000 tifosi che hanno colorato Roma. Nonostante una partita giocata senza timori reverenziali, contro una squadra che tra un paio di settimana giocherà la finale di Champion’s League, è arrivata una sconfitta immeritata. Vincenzo Italiano farà tesoro però di come è stata portata avanti la gara e degli errori commessi per poter preparare degnamente la finale di Conference League che i viola giocheranno il 7 giugno contro il West Ham. Per questa finale Vincenzo Italiano ha schierato Cabral con, alle spalle, Nico Gonzalez, Bonaventura e Ikoné. In difesa confermati Dodò, Martinez Quarta, Milenkovic e Biraghi. Castrovilli ed Amrabat in mediana. Simone Inzaghi si affida ad Handanovic al posto di Onana e Brozovic per l’infortunato Mkhitaryan; in avanti Dzeko ancora preferito a Lukaku per far coppia con Lautaro.

La partita

La Fiorentina parte benissimo e dopo tre minuti passa subito in gol grazie a Nico Gonzalez. Dodò recupera un pallone e serve Bonaventura, lancio per Ikonè che passa a Nico Gonzalez, bravissimo a segnare il vantaggio. All’11’ ci prova Amrabat e la palla esce, di poco, a lato. Al 17’ Cabral serve Bonaventura, il taglio ancora per Nico che spara alto. Solo al 23’ l’Inter si affaccia nell’area avversaria ma il tiro di Dzeko è alto. Al 28’ contropiede dell’Inter, Milenkovic non sale e tiene in posizione Lautaro Martinez che segna il pareggio. Al 36’ il raddoppio nerazzurro, ancora con Martinez. Si va al riposo con l’Inter avanti 2-1. Nella ripresa ci prova Cabral di testa, al 56’, ma il tiro è centrale. La risposta dell’Inter è al 66’ con Lukaku. Il tiro è parato da Terracciano. al 73’ Handanovic devia in angolo il tiro di Nico Gonzalez. Un minuto dopo ci prova Biraghi ma il tiro è alto. Al 79’ Bonaventura serve Jovic che, solo davanti al portiere, tira tra le braccia di Handanovic. Dopo due minuti ancora Jovic, di testa, ma niente di fatto. All’86’ il tiro di Cabral viene anticipato sulla riga di porta. Finisce con l’Inter in trionfo e la Fiorentina recrimina per una gara bellissima ma che la vede uscire sconfitta.

- Pubblicità -

L’allenatore

Dopogara amaro per Vincenzo Italiano. “Siamo partiti molto bene, dopo il primo gol abbiamo creato anche i presupposti per raddoppiare. Poi abbiamo concesso una ripartenza su un pallone in nostro possesso ed è arrivato l’1-1 che potevamo evitare. Nel secondo tempo abbiamo fatto di tutto, creato tante palle gol per pareggiare. C’è grande rammarico – aggiunge – perché abbiamo giocato alla pari contro una squadra strepitosa. L’Inter è la finalista di Champions League. Dispiace, ma abbiamo ancora un’altra finale e altre due gare di campionato da giocare, non possiamo mollare. La coppa la alza l’Inter, ma noi torniamo a casa comunque a testa alta. In Conference cercheremo di non commettere qualche errore che abbiamo commesso oggi, se giochiamo con questa intensità riusciremo a dare del filo da torcere ad una squadra forte anche in Conference. In una gara secca, contro questi campioni, al minimo errore ti castigano, Ci siamo un po’ disuniti in quei 10 minuti e loro ci hanno castigato. Il dettaglio contro questi avversari fa la differenza, ma ci siamo ben comportati stasera. Se si fa una prestazione così vanno fatti solo i complimenti ai ragazzi”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -