sabato, 24 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina in Polonia per...

La Fiorentina in Polonia per la Conference league

Si gioca giovedì 13 aprile allo “Stadion Miejski” con inizio alle 21. In avanti ballottaggio tra Cabral e Jovic

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Lech Poznan-Fiorentina è l’andata dei quarti di finale di Conference League. Sulla carta i polacchi erano gli avversari più abbordabili da incontrare. Nei fatti, la Fiorentina dovrà giocare al meglio per poter vincere in uno stadio, il Miejski, che si trasforma sempre in un’arma in più per i giocatori di casa. La Fiorentina è consapevole dei propri mezzi e farà di tutto, fin dalla prima gara, per ottenere l’accesso alla semifinale.

Le probabili formazioni

Ancora dei dubbi a centrocampo ed in attacco per Vincenzo Italiano. I due reparti presentano alcuni ballottaggi aperti. In difesa, invece, a protezione di Terracciano ci saranno sicuramente Milenkovic ed Igor come coppia centrale (Martinez Quarta è, infatti, squalificato), con la probabile conferma di Dodô e Biraghi laterali. Più incertezza sulla mediana, dove Amrabat ha ottime possibilità di giocare titolare con, al fianco, Mandragora che dovrebbe avere la meglio su Castrovilli. Tra le linee è Bonaventura a partire in vantaggio su Barak, mentre sugli esterni possibile turno di riposo per Ikoné con relativa chance per Saponara, candidato ad operare sul versante opposto a quello di Nico Gonzalez. In avanti ancora ipotesi tra Cabral e Jovic, col primo che appare favorito e Jovic pronto a subentrare. Dalla panchina rimangono a disposizione sia Sottil che Brekalo.

- Pubblicità -

Il tecnico del Lech Poznan, l’olandese Van Den Brom non dovrebbe cambiare molto in difesa. Davanti all’estremo difensore Bednarek prevede i portoghesi Pereira e Rebocho come esterni bassi, ed al centro il croato Milic con Salamon. A centrocampo mancherà lo squalificato Murawski e l’infortunato Szymczak. Dentro, dunque, lo svedese Karlström ed il georgiano Kvekveskiri a comporre la mediana, con Alfonso Sousa e Marchwinski in ballottaggio per il posto da trequartista. Come esterni offensivi la scelta dovrebbe ricadere sull’ivoriano Ba Loua e Skoras (con il norvegese Velde in panchina), a supportare la punta Mikael Ishak.

L’allenatore

Fiducioso Vincenzo Italiano. “Ci dispiace non aver centrato il record delle 10 vittorie di fila ma ora concentriamoci sulla Conference League a cui teniamo molto. Ci aspetta una gara difficile ma cercheremo di creare le giuste condizioni pensando anche alla partita di ritorno. Affrontiamo una squadra che in casa è molto temibile, non ha mai perso ed è trascinata di continuo dai suoi tifosi – ha aggiunto il tecnico della Fiorentina – e comunque l’abbiamo studiata, loro partiranno forte e noi dovremo rispondere e controbattere con grande attenzione. Per noi sarà un altro esame, l’ennesimo in questa stagione, cercheremo di farci trovare pronti anche stavolta”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -