venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina non ferma il...

La Fiorentina non ferma il Napoli

Viola in vantaggio e poi rimontati. Settimo successo consecutivo dei partenopei

-

La Fiorentina non riesce a fermare la capolista: il Napoli rimonta la rete di Martinez Quarta grazie di Lozano e Rrahmani. Italiano sceglie Pulgar a centrocampo, conferma Duncan mezzala sinistra e si affida al tridente Callejon-Vlahovic-Gonzalez. Spalletti, senza Ounas, schiera Rrahmani accanto a Koulibaly, Anguissa in mediana e Lozano in attacco.

Primo Tempo

Inizio equilibrato ma la Fiorentina si fa vedere al 17’ con Pulgar che impegna Ospina. Al 28’ sugli sviluppi di un corner assist di Vlahovic per la girata volante di Martinez Quarta. È l’1-0 per i viola. Il Napoli reagisce e al 36’ lancio di Fabian per Osimhen che scappa a Martinez Quarta e viene atterrato in area. L’arbitro Sozza concede il rigore al Napoli ed ammonisce il difensore argentino. Tira Insigne, respinge Dragowski e lo stesso Insigne anticipa di testa il portiere prima del tocco vincente di Lozano. È il pareggio col quale si va al riposo.

Secondo Tempo

Inizia la ripresa e il Napoli ribalta il risultato. Al 49’ c’è una punizione di Zielinski, Rrahmani di testa segna il 2-1. Al 61’ ci prova Sottil, appena entrato, con un bel tiro che Ospina respinge. Osimhen si divora il tris subito dopo calciando a lato in corsa davanti a Dragowski. L’ingresso di Politano, con le sue folate offensive, mette in difficoltà  la Fiorentina ma non cambia niente. Il Napoli prosegue la sua corsa solitaria in testa la classifica, i viola, nonostante la sconfitta, rimangono a contatto con le prime posizioni.

L’allenatore

Il commento di Vincenzo Italiano a fine partita. “Rispetto alla partita con l’Inter, la sconfitta ci può stare ma abbiamo fatto un gran secondo tempo, non meritavamo di uscire senza neanche un punto. Peccato, non mi è piaciuta la gestione degli ultimi dieci minuti e potevamo fare di più ma è una grande prova dei ragazzi. Prima del gol – aggiunge l’allenatore viola – abbiamo avuto il predominio su tutto, poi abbiamo abbassato l’intensità ma non è una questione fisica, se succede qualcosa è solo a livello mentale”.

Ultime notizie