venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina vince anche contro...

La Fiorentina vince anche contro l’Udinese grazie a un rigore

Successo importante al termine di una partita non bella grazie a un rigore di Vlahovic nel primo tempo

-

Terzo successo consecutivo in trasferta. Fiorentina sempre sorprendente lontana dallo stadio Franchi: anche contro l’Udinese, nonostante la grande sofferenza nelle fasi finali, arrivano tre punti che consolidano la buona posizione in classifica.

Un rigore di Vlahovic, nel primo tempo, è stato decisivo al termine di una gara molto difficile. Senza Nico Gonzalez, squalificato, Vincenzo Italiano dà fiducia a Saponara, in attacco, accanto a Vlahovic e Callejon. Luca Gotti fa esordire i nuovi acquisti: Soppy sulla fascia destra e Beto in attacco.

Primo Tempo di Udinese – Fiorentina

La prima azione di rilievo è dei friulani che all’11’ ci provano con un colpo di testa di Becao che svetta su Martinez Quarta, pallone sul fondo. Al 15’ Walace commette fallo in area su Bonaventura: dopo il controllo VAR l’arbitro Davide Ghersini indica il dischetto e Vlahovic spiazza Silvestri per l’1-0. Al 26’ Deulofeu supera Milenkovic ma para Dragowski. Al 32’ Beto viene fermato da Odriozola.

Il tempo si chiude, al 40’ con Vlahovic che sbaglia il raddoppio, da pochi passi, su passaggio di Odriozola.

Secondo Tempo

L’Udinese impone un ritmo molto alto ed al 55’ Pereyra serve Beto, il tiro viene però parato da Dragowski. All’85’ Samardzic serve Deulofeu che supera Odriozola ma è ancora Dragowski a parare. Sulla respinta si avventa Beto che tira sulla difesa viola.

In pieno recupero Deulofeu ancora pericoloso, salta Callejon ma il tiro viene deviato, di testa, da  Milenkovic. Vittoria sofferta per i viola che ottengono tre punti importanti per mantenersi nella zona europea.

L’allenatore

Vincenzo Italiano soddisfatto nonostante la grande sofferenza. “Sono soddisfatto per i tre punti e per il primo tempo, nel secondo abbiamo sofferto ma, in Serie A, dov’è che non si soffre? Siamo alla sesta giornata, possiamo ancora lavorare e correggere i difetti. Non sbagliamo quasi mai l’approccio ma andiamo in difficoltà poi quando l’avversario alza la pressione. Soffrire ci sta, poi abbiamo aggiunto un difensore”.

Vittoria che volevamo, siamo contenti. Quando Gotti ha cambiato sistema – ha aggiunto il tecnico viola – ci ha chiuso lo sfogo sull’esterno, ci siamo abbassati ma abbiamo avuto occasioni che non abbiamo sfruttato. Nelle prossime gare dovremo essere bravi, veloci e svegli nell’adattarci”.

Ultime notizie