HomeSezioniLavoro & Economia3 app per la benzina...

3 app per la benzina meno cara: come trovare prezzi e distributori economici

Dove il pieno costa meno: boom di download per le app che con un semplice tocco sul cellulare consentono di controllare i prezzi della benzina e i distributori più economici. Non sempre però i dati sono aggiornati in tempo reale

-

Tutti a caccia dei benzinai più economici vicino casa, ma per evitare viaggi inutili (e costosi, vista la quotazione del greggio) esistono anche delle app gratuite che scovano i distributori dove la benzina è meno cara, grazie a un monitoraggio dei prezzi alla pompa di rifornimento. In genere la variazione del costo è di qualche centesimo di euro, ma con gli aumenti record di super verde, diesel e metano registrati nelle ultime settimane a seguito della guerra in Ucraina, anche un risparmio minimo di qualche cent ogni litro può fare la differenza quando si fa il pieno di carburante.

La stragrande maggioranza di queste applicazioni, per Android e iOs (Apple – iPhone), si basano sulle segnalazioni degli stessi utenti, che registrano via via quanto costa la benzina nei diversi distributori: essendo basate sul concetto di community, qualche volta i dati non sono così aggiornati, ma questo stratagemma tecnologico può essere comunque una buona spia per capire quali sono gli impianti di rifornimento più a buon mercato, per evitare un salasso. Ecco i link per scaricare le applicazioni.

Prezzi Benzina – GPL e Metano: l’app e la mappa per scoprire dov’è meno cara

Prezzi Benzina è l’app gratuita consigliata anche dall’associazione nazionale dei consumatori Adiconsum, che segnala quale pompa è meno cara nei paraggi, grazie ai dati inseriti dagli stessi utenti sui prezzi praticati dai gestori. Con l’ultimo aggiornamento, dicono gli sviluppatori dell’applicazione, sono stati censiti oltre 26.000 benzinai in tutta Italia.

Il funzionamento è semplice. Dopo aver scelto il proprio carburante principale (diesel o benzina, normali oppure speciali, gas gpl o metano) e dato l’ok alla geolocalizzazione, viene caricata la mappa con un semaforo dei prezzi: un indicatore di posizione verde individua i distributori dove la benzina è meno cara, arancione quelli nella fascia intermedia di costo e rosso le pompe dove il rifornimento non è economico. Le stazioni di servizio “colorate” di grigio invece sono quelle con i dati che non vengono aggiornati da troppo tempo.

Selezionando ogni singolo impianto si può consultare anche la scheda del benzinaio con tutte le informazioni. L’app Prezzi Benzina è disponibile gratis per cellulari Android (questo il link del Play Store) e per gli iPhone con sistema operativo iOs (App Store).

Fuelio: l’app che controlla i distributori di benzina economici e i consumi dell’auto

Non si tratta solo di un’app per monitorare i prezzi della benzina, ma anche per controllare consumi e costi dell’auto ad esempio quanto si spende di carburante tra un rifornimento e l’altro, il chilometraggio e quanto si sborsa per la manutenzione. Registrando i dati del proprio veicolo, Fuelio fornisce all’utente statistiche e dati utili per capire quanto impatta l’uso quotidiano della quattroruote sul bilancio familiare.

L’app può essere usata, senza registrare il proprio veicolo, anche per verificare dove la benzina costa meno: ultimamente però, forse a causa del grande utilizzo, molte recensioni degli utenti indicano che i prezzi non sono aggiornati in tempo reale e non sono disponibili informazioni per tutte le pompe. Creata oltre dieci hanno fa l’applicazione Fuelio è disponibile gratuitamente per smartphone Android su Play Store e per iPhone su App Store.

Waze, l’app di navigazione che ha inserito anche i prezzi della benzina

La caccia alla benzina meno cara oggi ha un alleato in più: l’app Waze, oltre al classico servizio di navigazione stradale, segnalazione del traffico e degli autovelox, dall’anno scorso permette alla community dei suoi utenti di indicare i prezzi dei distributori che si trovano lungo il proprio itinerario di viaggio, perché il pieno sia meno salato. Selezionando una destinazione o la barra di ricerca “Where to”, tra i punti di interesse ci sono anche le stazioni di servizio: basta scegliere questa voce per vedere sulla mappa i distributori di benzina, diesel, metano o gpl nei dintorni con i prezzi dei carburanti, aggiornati dagli utenti.

Scorrendo l’elenco è possibile consultare tutto il listino prezzi dei diversi benzinai e l’applicazione riporta anche quando è stato aggiornato il dato. Da una nostra prova sul campo, in media le informazioni sono vecchie di 2-3 giorni. Un’indicazione che però può essere utile per monitorare l’andamento settimanale e capire grazie all’app quali distributori di carburante in genere sono i più economici. Waze, applicazione di proprietà di Google, è disponibile gratuitamente su Play Store (Android) e su App Store (Apple – iOs).

A caccia dei distributori economici: il nuovo osservatorio dei prezzi dei carburanti del Mise

Da circa 10 anni il Ministero per lo Sviluppo economico (Mise) ha avviato il monitoraggio dei prezzi praticati dai benzinai, a tutela dei consumatori, con il portale “Osservaprezzi carburanti” dando la possibilità ai cittadini di consultare il costo della benzina nei vari distributori in tutta Italia in base ai dati forniti ogni settimana dai gestori.

Al momento però il sito carburanti.mise.gov.it è in fase di aggiornamento per permettere la messa online della nuova versione dell’osservatorio. Bisognerà quindi aspettare ancora per tornare a controllare i dati ufficiali. Nel frattempo ci si può “accontentare” delle app che danno un’indicazione generale, in base alle segnalazioni degli utenti, di dove trovare la benzina meno cara per il rifornimento.

Ultime notizie