Il nuovo mercato ortofrutticolo di Castello sarà una cittadella del buon cibo, con orti didattici, laboratori e il mercato all’ingrosso per l’acquisto di frutta e verdura. È questo il piano dell’amministrazione comunale per la nuova area Mercafir, svelato ieri in una conferenza stampa.

Nuova Mercafir, il mercato di Firenze

La nuova Mercafir sorgerà nell’area di Castello su una superficie utile lorda di oltre 65mila mq, di cui 28mila con destinazione industriale-artigianale, 30mila mercato ortofrutticolo, 3mila commerciale e 4mila direzionale privato.

Un mercato dell’agroalimentare aperto alla città, con spazi didattici per conoscere la produzione ortofrutticola e progetti educativi per bambini. Resta, e anzi sarà potenziato, il “Mercato delle opportunità”, oggi aperto ai cittadini tutti i martedì e venerdì per l’acquisto di frutta e verdura a prezzi convenienti. La Mercafir 2.0 si proporrà anche come riferimento per le start-up del territorio offrendo sostegno a chiunque – e specialmente ai giovani – voglia avviare un’impresa nel settore agroalimentare.

Il masterplan rivela un hub collegato alla rete di infrastrutture cittadine: a quella stradale, con accesso dedicato, alla tramvia con una nuova fermata, alla vicina autostrada, con ingressi riservati ai mezzi pesanti. Secondo lo studio, l’area Mercafir potrebbe crescere del 20% rispetto a quella attuale, in termini sia di superficie disponibile che di opportunità di traffico merci processato. Il progetto è compatibile sia con l’attuale pista dell’aeroporto che con gli sviluppi previsti dal masterplan presentato da Toscana Aeroporti.

“Oggi mettiamo un altro tassello nella ridefinizione di tutto il quadrante nord ovest di Firenze – ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella – e lo facciamo presentando il nuovo progetto del polo agroalimentare della città. La Mercafir del futuro sarà un polo tecnologico avanzatissimo, il più importante del centro Italia, capace di dare servizi ad aziende e professionisti. Sarà una Mercafir 2.0, che sostituirà gli attuali mercati generali, basandosi sulle nuove previsioni urbanistiche che abbiamo recentemente approvato in giunta, grazie al lavoro degli assessori Bettarini e Perra. Siamo molto contenti – ha concluso il sindaco – perché oggi ribadiamo l’intenzione concreta di realizzare quest’opera indipendente dal futuro della nuova posta dell’aeroporto”.

“Un bellissimo progetto – ha detto l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini – che contiene lo sviluppo della parte tradizionale della Mercafir e l’innovazione nella parte hub, educativa e di rapporto con la cittadinanza. La parte urbanistica è definitivamente conclusa: andiamo avanti con tempi veloci per arrivare a realizzare un’area innovativa sia per i professionisti che per i rapporti con la cittadinanza”. “Per l’assetto proprietario di Mercafir – ha detto l’assessore alle società partecipate Lorenzo Perra – ci rivolgiamo anche agli azionisti locali che vogliono crescere, altrimenti continueremo in quello attuale”.

“Sono molto soddisfatto per la location che è stata destinata al progetto del nuovo mercato dopo lo studio di fattibilità – ha detto il presidente di Mercafir Giacomo Lucibello – È una soluzione ottimale per lo sviluppo del nuovo Centro alimentare polivalente, il cui punto di forza sarà anche l’area in cui sorgerà, in quanto sempre vicina al centro della città e alla rete autostradale. Grazie a questo progetto innovativo e alle nuove strutture all’avanguardia – ha proseguito Lucibello – garantiremo lo sviluppo delle tante aziende che già oggi lavorano all’interno del Cap e il sostegno alle centinaia di lavoratori che vi operano”.

https://ilreporter.it/il-nuovo-mercato-agroalimentare-di-firenze/