Costo delle polizze auto: dal 2012 al 2019 in calo del 23,6%

Il premio medio delle polizze auto è diminuito in termini percentuali del 23,6% nel lasso di tempo che va da marzo del 2012 a marzo del 2019.

A rilevarlo sono i dati diffusi da Ania, relativi all’andamento del premio medio per la copertura Rc auto per i contratti giunti a rinnovo nel mese di marzo 2019.

Il calo, tra l’altro, non sembra arrestarsi.

Considerando il periodo fra marzo 2018 e marzo 2019, il premio medio delle polizze rinnovate è passato da 345 a 343 euro, mettendo a segno un’ulteriore flessione di 2 euro in valore assoluto e ‐0,6% in valore percentuale.

L’andamento del premio medio nell’indagine Ania

Attraverso i dati Ania è possibile avere un’idea più precisa dell’andamento del premio medio della Rc auto considerando che:

  • in valore assoluto si è passati dai 449 euro pagati in media nel marzo 2012 a 343 euro nel marzo 2019.
    In sette anni, quindi, il premio medio si è ridotto di 106 euro, nel dettaglio: 12 euro nel 2013, 29 euro nel 2014, 27 euro nel 2015, 20 euro nel 2016, 11 euro nel 2017, 6 euro nel 2018 e 2 euro nel 2019;
  • in termini percentuali il premio medio è diminuito del 23,6% da marzo 2012 a marzo 2019, con un tasso di riduzione che mostra tuttavia un progressivo rallentamento negli ultimi trimestri: 2,6% nel 2013, 6,6% nel 2014, 6,5% nel 2015, 5,2% nel 2016, 3,1% nel 2017, 1,3% nel 2018 e 0,6% nel 2019.

Concorrenza fra imprese assicurative, sconti e promozioni: per garantirsi polizze convenienti corretto scegliere la strada della comparazione

“A marzo 2019 – si legge nell’indagine Ania – la variazione tendenziale dell’indice ISTAT a 12 mesi relativa ai premi Rc auto era lievemente positiva e pari a +0,3%, il divario rispetto alla variazione dei premi medi sarebbe da attribuire principalmente alla forte concorrenza fra le imprese, che implica l’applicazione di sconti al momento del rinnovo rispetto alle tariffe ufficiali”.

L’incidenza della concorrenza e della liberalizzazione del mercato nel settore assicurativo offrono un interessante incentivo, ma per usufruire d’un risparmio concreto la soluzione è chiedere un preventivo online per la copertura assicurativa della propria auto.

È quindi possibile risparmiare sull’acquisto della Rc auto consultando Comparasemplice.it/Assicurazioni-Auto.

Il sito vi svela come ottenere vantaggi consistenti attraverso il confronto dei prezzi proposti dalle compagnie assicuratrici.

I comparatori online utili per trovare soluzioni convenienti nelle aree geografiche contraddistinte da un trend negativo

La comparazione online offre un aiuto consistente agli automobilisti che risiedono nelle regioni contraddistinte da un andamento inverso, indice di un aumento delle tariffe della Rc auto.

Parliamo di aree come la Campania e la Puglia e di città dove la ‘forbice’ è ancora elevata.

Secondo l’ultimo bollettino Ivass, Napoli e Prato si confermano le province più costose, con un premio medio superiore a 600 euro.

La Rc auto risulta decisamente cara, oltre i 400 euro, anche a Caserta, Crotone, Firenze, Genova, Pisa, Lucca, Latina, Reggio Calabria, Roma e Torino.

Per tutti la soluzione volta al risparmio è la comparazione.

In collaborazione con comparasemplice.it