sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniSportCalcio Serie A femminile: straordinaria...

Calcio Serie A femminile: straordinaria Primadonna

Primadonna Firenze. Vittoria nella gara di recupero della nona giornata contro l'Upea Orlandia per due a uno.

-

PRIMADONNA FIRENZE: Leoni, Pitzus, Guagni, Del Gaudio, Bruno, Linari, Croce(18’st Mastrovincenzo), Orlandi, Crespi, Patu(45’Benucci), Ricciardi(20’stAnaclerio). A disp:Manfredini, Binazzi, Innocenti,Parrini
All:Nicoli
UPEA ORLANDIA: Szocs, Corio, Radici, Cusmà(27’stMinciullo), Soro(20’stFiocco), Morra, Iculano, Morello, Vitanza, Sardu, Manzella. A disp:Allum, Coletta,Dicorato, Caciorgna
All: Castano

Arbitro: Vingo di Pisa

Reti: 15′ Guagni, 42′ Morra, 67′ Mastrovincenzo

Il Primadonna Firenze fa sul serio, la vittoria nella gara di recupero della nona giornata contro l’Upea Orlandia per due a uno, conferma ancora una volta l’ottimo momento della squadra fiorentina, ancora imbattuta da quando il tecnico Nicoli ha preso la guida della formazione gigliata. Tre punti che permettono alle viola di fare un bel salto in classifica, scavalcando Orlandia e Bardolino Verona, portandosi a più cinque dalla zona retrocessione.

SALVEZZA PIU’ SICURA. 2011 straordinario quindi per il calcio femminile, in un mese tutto sembra cambiato. Ora è arrivata anche la vittoria contro l’Orlandia. Primi dieci minuti di studio, con il Firenze decisamente più brillante rispetto alla formazione ospite. Al 15′ sul perfetto assist di Crespi, il Firenze si porta in vantaggio grazie all’incursione di Guagni, che di sinistro trafigge il portiere ospite Szocs.
Primadonna vicino al raddoppio ancora con Guagni,ma il colpo di testa della giocatrice viola si perde di poco a lato.
Dalla mezz’ora in poi la formazione ospite esce allo scoperto e a più riprese si fa pericolosa dalla parti di Leoni, ma il numero uno viola riesce sempre a sventare i tentativi a rete dell’avversarie; prima sul tiro potente di Sardu, poi sul colpo di testa ravvicinato di Morra. Al 42′ la rete del pareggio, su una respinta della difesa fiorentina, ancora il difensore Morra spara di destro sotto la traversa. Si chiude il primo tempo con il risultato di uno pari.

TRE VITTORIE CONSECUTIVE. Nella ripresa Nicoli passa ad una difesa a quattro, con l’inserimento di Benucci al posto di Patu. Linari arretra sulla linea di mediana, Crespi unica punta, assistita sulle corsie laterali da Croce e Guagni. Il Firenze cerca di passare con gli affondi della solita inesauribile Guagni, come al 60′, quando il portiere ospite è costretta al miracolo sul potente destro della giocatrice gigliata.
Al 63′ Mastrovincenzo prende il posto di un’ottima Croce, e dopo due minuti dal suo ingresso in campo, la giovane giocatrice marchigiana, conquista un calcio di rigore. Dal discetto Linari angola troppo non trovando lo specchio della porta, e il risultato rimane in parità. Al 67′ il nuovo vantaggio del Firenze, ancora protagonista Mastrovincenzo che con un colpo di testa, sull’assist di Crespi batte il portiere Szocs. Il nuovo vantaggio mette ko l’Orlandia che con il passare dei minuti perde di vivacità e brillantezza.
Al triplice fischio grande festa viola, nove punti nelle ultime tre gare, un salto in classifica di quattro posizioni in meno di una settimana, se non è miracolo poco ci manca.

Ultime notizie