domenica, 24 Ottobre 2021
HomeSezioniSportIl grande rugby a Firenze

Il grande rugby a Firenze

Il prossimo 21 novembre lo stadio Artemio Franchi ospiterà il secondo dei tre Cariparma Test Match 2009 (il primo a Milano il 14 e il terzo ad Ascoli il 28 novembre) fra la nazionale italiana e i campioni del mondo del Sudafrica. L’assessore Cavandoli: “Una grande opportunità per Firenze".

-

Il grande rugby sbarca a Firenze. Il prossimo 21 novembre lo stadio Artemio Franchi ospiterà il secondo dei tre Cariparma Test Match 2009 (il primo a Milano il 14 e il terzo ad Ascoli il 28 novembre) fra la nazionale italiana e i campioni del mondo del Sudafrica. L’evento è stato presentato ieri in Palazzo Vecchio dall’assessore allo sport Barbara Cavandoli, dal presidente nazionale della Federazione Italiana Rugby Giancarlo Dondi e da Matteo Pastore, responsabile nuovi eventi di Rcs Sport.

“Abbiamo accettato con grande entusiasmo – ha spiegato l’assessore Cavandoli – la proposta che ci è stata formulata dalla Federazione Italiana Rugby e Rcs Sport di ospitare a Firenze questo importante appuntamento. Si tratta di una bella opportunità per la nostra città che, lo voglio ricordare, ha un impianto per questa disciplina dove la società Firenze Rugby 1931 nella prossima stagione parteciperà ancora al campionato di serie A1”. Dopo aver sottolineato come “il rugby è uno sport di origini nobili, nel quale il rispetto delle regole e degli avversari è considerato un valore fondamentale e dove l’aspetto educativo non vuole limitarsi solo ai giocatori in campo ma coinvolge tutti gli spettatori. Dove il fair play e lo spirito di gruppo determinano uno splendido clima di festa che si abbina sempre ad uno spettacolo fatto di dinamismo, velocità e forza”, l’assessore Cavandoli ha ricordato che “Firenze, grazie alla Fiorentina, è stata la prima città a proporre al mondo del calcio il terzo tempo sui campi di gioco”. Ma l’evento del 21 novembre va oltre lo sport.

“Firenze – ha aggiunto l’assessore allo sport – è la città che ha conferito la cittadinanza onoraria a Nelson Mandela nel 1985 e che ha intitolato al presidente del Sudafrica il palasport fiorentino che tra l’altro ospita una mostra permanente della sua vita. Per questo, nella settimana che precede il Cariparma Test Match, vogliamo organizzare una serie di iniziative che coinvolgano le società sportive, le scuole, le associazioni. Insomma, tutta la città. La scorsa settimana abbiamo ricevuto la neo ambasciatrice sudafricana Thenjiwe E. Mtintso dove nell’intento di rafforzare i rapporti tra Firenze e il Sudafrica abbiamo parlato di organizzare manifestazioni sportive che possano favorire collaborazioni e scambi sia nel settore scuola formazione e commercio”.

Ringrazio – ha concluso l’assessore Cavandoli – Firenze Convention Bureau per la disponibilità ad essere partner dell’Amministrazione per l’accoglienza che la città dovrà garantire a tutti i partecipanti, la Fiorentina per la disponibilità e per la possibile collaborazione, la società Firenze Rugby 1931, il Centro Tecnico di Coverciano, il Comando Militare per il territorio e l’Esercito per gli spazi concessi per gli allenamenti delle due squadre”. E a proposito della Fiorentina e del calendario di campionato ed eventualmente di Champions League (24 o 25 novembre) l’assessore Cavandoli precisa: “Nel caso la Fiorentina dovesse giocare in casa la giornata del 22 novembre, la società chiederà di anticipare al giovedì, come già accaduto lo scorso campionato per Juventus-Genoa. Lo stesso vale per la Champions League con richiesta di giocare in trasferta la gara del martedì o mercoledì”.

L’incontro Italia-Sudafrica sarà trasmesso in diretta da La7, e avrà inizio alle 15.

Ultime notizie