venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniSportPremiati Stecchi e Checcucci

Premiati Stecchi e Checcucci

Claudio Stecchi e Maurizio Checcucci premiati in palazzo Vecchio

-

Giglio d’argento per Claudio Stecchi e Maurizio Checcucci, due atleti fiorentini che recentemente hanno conquistato il secondo gradino del podio ai mondiali juniores di Moncton (Canada) e agli Europei di Barcellona. Il riconoscimento è stato consegnato oggi in Palazzo Vecchio – sotto la statua “Genio della Vittoria” di Michelangelo nel Salone dei Cinquecento – dal vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella e dal presidente del consiglio comunale e del Coni provinciale Eugenio Giani, alla presenza del presidente dell’Assi Giglio Rosso e membro della giunta nazionale del Coni Marcello Marchioni.

 

“Questi risultati – ha sottolineato il vicesindaco Nardella – proseguono nella feconda tradizione fiorentina e, più in generale toscana, dell’atletica leggera. Risultati come questi non sono mai frutto del caso, ma l’esempio vincente del fare sistema, che unisce il sacrificio e la dedizione degli atleti alle professionalità e ai volontari che operano in stretta sinergia. Si tratta di un riconoscimento al lavoro delle nostre società, in particolare dell’Assi Giglio Rosso, e dei qualificati tecnici che hanno saputo plasmare talenti e proiettarli ai massimi livelli nazionali e internazionali, sia in campo giovanile che assoluto. Merito anche dell’impiantistica cittadina con gli Assi, il campo di via del Filarete, quello storico di Sorgane e il nuovo stadio Ridolfi che lo stesso presidente federale Arese ha definito il miglior impianto specialistico per l’atletica leggera d’Italia. E proprio accanto al Ridolfi il fiore all’occhiello dell’impianto indoor che ospita la ‘Scuola di salto con l’asta e decathlon Silvano Meconi’ diretta da Riccardo Calcini, dove è possibile allenarsi anche in inverno per questa difficile specialità.

Stecchi, atleta dell’Assi Giglio Rosso, ha ottenuto l’argento nel salto con l’asta con la misura di 5 metri e 40 centimetri, mentre Checcucci (Fiamme Oro, ma cresciuto nell’Assi Giglio Rosso), assieme a Roberto Donati, Simone Collio ed Emanuele Di Gregorio, ha conquistato la medaglia d’argento nella staffetta 4×100 col tempo di 38”17, nuovo record italiano, battendo dopo 27 anni quello stabilito dal quartetto Tilli, Simionato, Pavoni, Mennea.

“L’atletica leggera – ha detto il presidente Giani – rappresenta la base, l’approccio per tutte le discipline sportive. Per questo, dopo gli anni delicati che hanno seguito la demolizione della pista dello stadio, l’Amministrazione comunale ha investito molto in questo settore realizzando l’impianto di via del Filarete, il nuovo stadio Ridolfi e ristrutturando completamente quello degli Assi, supportando in modo importante il mondo dell’atletica cittadina. Sforzi che, uniti alla professionalità e competenza dei tecnici e dirigenti e all’impegno degli atleti, hanno portato a questi risultati così importanti”.

Ultime notizie