sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniSportSci, l'Abetone si prepara per...

Sci, l’Abetone si prepara per la nuova stagione

Si è svolta ieri la presentazione della stagione invernale dell’Abetone. Come avviene dal 2003, il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio ha ospitato la manifestazione, aperta dal saluto del presidente del Consiglio Comunale di Firenze Eugenio Giani, “sciatore e grande amico dell’Abetone”, come ha sottolineato il presidente di Abetone Multpass Giovanni Guarnieri.

-

Al centro dell’incontro proposte e novità dell’inverno che verrà.

PREZZI E NOVITA’. “Il Consorzio Abetone Multipass – ha detto il presidente di Abetone Multpass Giovanni Guarnieri – per venire incontro agli sciatori in una situazione economica che sappiano non facile conferma i prezzi bloccati anche quest’anno per gli skipass feriali. Molte sono poi le novità per le famiglie: da quest’anno infatti sono considerati ‘bambini’ i piccoli sciatori fino ai 14 anni di età, invece che fino ai 10 delle passate stagioni. Tra le altre novità anche la possibilità per i bambini sotto gli 8 anni di ricevere un plurigiornaliero omaggio se accompagnati da un familiare che acquisti un biglietto analogo della durata compresa fra i 3 e i 7 giorni”.

NEVE E SICUREZZA. Tra gli altri aspetti significativi, Guarnieri ha ricordato l’ulteriore potenziamento dell’innevamento programmato: è infatti giunto alla sua conclusione il progetto congiunto che ha visto in campo la Comunità montana dell’Appennino Pistoiese e la Regione Toscana. 

Molto interessante poi il progetto pilota nel campo delle comunicazioni, realizzato grazie alla collaborazione con Selex Communications, una società Finmeccanica con un presidio produttivo molto importante nella città di Firenze. “Un’ulteriore conferma – ha detto il Presidente Guarnieri – del rapporto tra l’Abetone e il capoluogo toscano”. Grazie a questo sistema, illustrato da Fabio Gloter di Selex Communications, l’intero comprensorio sarà collegato in una rete di cui beneficeranno gli addetti alla sicurezza in pista, che potranno garantire interventi ancora più rapidi ed efficienti. Anche gli operatori saranno collegati con il sistema, e questo permetterà maggiore efficienza ma anche un accurato controllo, con positive ricadute per la sicurezza sul lavoro, ad esempio in caso di lavoro notturno per la produzione della neve o la battitura delle piste.

AGONISMO. Si è poi parlato di agonismo, e infatti la manifestazione, dal titolo “A come Appennino, Abetone, Agonismo” è stata aperta da una video intervista esclusiva con l’olimpionico Giuliano Razzoli, vero sciatore dell’Appennino, praticamente di casa all’Abetone. Giampiero Danti, sindaco dell’Abetone, ha voluto ricordare come da sempre l’Abetone ospiti grandi appuntamenti internazionali, a partire dagli anni ’50, quando si correva la Coppa del Mondo. Il Sindaco ha poi ricordato i progetti importanti in cui è impegnato il comune, in particolare sul piano della ricettività alberghiera. “Nel giro di qualche anno – ha commentato il Sindaco Danti – saranno ultimati i lavori dell’Hotel Cristallo e dell’Albergo Chiarofonte, che porteranno 400 posti letto in più nella nostra stazione. Per questa stagione poi possiamo già contare sul nuovo Val di Luce Spa Resort, un moderno complesso turistico ricettivo con annesso centro benessere. Voglio infine ricordare che a breve partiranno anche i lavori nei locali destinati ad ospitare il Museo dello Sci”.

ECONOMIA. Andrea Formento, vice presidente dell’Anef (Associazione nazionale esercenti funiviari) ha voluto sottolineare come la stagione 2010/2011 sia decisiva per il settore neve a livello toscano e anche nazionale, un settore che è volano di tutta l’economia montana. “ Sono in atto a questo proposito – ha detto Formento – contatti con la Regione toscana e con il Parlamento. Per quanto riguarda la Regione infatti stiamo valutando la possibilità di un intervento sotto forma di contributo alle spese di gestione, per superare l’attuale situazione di crisi su cui gravano i forti investimenti degli anni passati. Esempi di nuove modalità di gestione già esistono, anche in regioni vicine a noi. Per quanto riguarda il livello nazionale come esercenti funiviari abbiamo chiesto che la normativa italiana sulla vita tecnica degli impianti, in particolare le sciovie, sia uniformata a quella Europea, e che in attesa di una definizione normativa siano possibili delle proroghe. Per il nostro Appennino questa già sarebbe una boccata d’ossigeno”.

BOLLETTINI NEVE. Oreste Giurlani di Uncem Toscana ha invece annunciato che anche per il 2010/2011, in collaborazione con Anef e grazie alla disponibilità della Rai Toscana, il Sistema neve regionale potrà contare su due bollettini neve, che andranno in onda a partire dal 17 dicembre tutti i venerdì alle ore 7.30 e alle ore 14.00 nell’ambito delle edizioni regionali di Buongiorno regione e del Tg3 toscano. “Il Sistema Neve toscano rappresenta una risorsa che deve essere sempre più valorizzata perché assume un peso rilevante nel tessuto socio-economico del sistema montagna” – ha concluso il Presidente Giurlani. .

APPUNTAMENTI. Roberto Gonfiotti infine, presidente del Cat–Fisi, ha illustrato i principali appuntamenti agonistici, tra cui spicca quest’anno proprio il ritorno della gloriosa Coppa Foemina, di scena sulle piste abetonesi fin dagli anni ’50. Le prove, valide per la Coppa Europa femminile, si terranno il 14 e 15 febbraio con gare di gigante il primo giorno e di slalom il secondo. Sono poi previsti i Campionati Italiani Aspiranti il 15 e 16 marzo e la XXIX edizione del Pinocchio sugli Sci, che si svolgerà fra il 28 marzo e il 2 aprile. In tutto sono previste 27 gare regionali, 20 gare nazionali, 28 internazionali, per un totale di 75 giorni di competizioni. Si inizia il 4 dicembre con le prove Fis Master.

Presenti alla manifestazione anche le squadre di sci alpino, snowboard e biathlon del Comitato Toscano Fisi e tre giovani promesse dello sci regionale: gli abetonesi Chiara Petrucci (1990) e Michele Landini (1990), e il giovanissimo livornese Marco Biasci (1997), laureatosi nel 2010 proprio all’Abetone Campione italiano di gigante per la categoria Ragazzi. Un gruppo insomma che fa ben sperare per tutto lo sci toscano. Nell’ambito della manifestazione sono anche stati ricordati i 100 anni dello sci club Sef (Società Escursionisti Fiorentini) nato nel 1911 e organizzatore della Coppa Foemina.

Ultime notizie