La Pallavolo Bacci Campi Bisenzio è pronta a stupire al campionato nazionale di sitting volley. Un percorso lungo, difficile, ma che è stato intrapreso con la voglia di divertirsi, di giocare a pallavolo, di fare del sociale.

Il sitting volley è uno sport inclusivo derivato dalla pallavolo, inventato nei Paesi Bassi nel 1956/57 come sport adattato per la pratica sportiva delle persone con disabilità. Consiste in una pallavolo giocata stando seduti sul pavimento, con il campo più piccolo e con la rete più bassa. Il sitting volley ha la caratteristica di favorire l’integrazione sociale delle persone con disabilità, dato che può essere praticato senza distinzione da diverse categorie di diversa abilità e al tempo stesso anche da soggetti normodotati, non richiedendo l’utilizzo di strumenti specifici come le sedie a ruote. Pertanto può essere considerato uno sport “open”, dato che nella stessa squadra possono trovare spazio soggetti normodotati e soggetti diversamente abili.

Sitting volley: Bacci Campi Bisenzio in campo per la Toscana

La Pallavolo Bacci insieme alla Pontebuggianese rappresenterà la Toscana. Naturalmente sono stati fatti sforzi e sacrifici per ottenere spazi, abbigliamento e qualche sponsor per riuscire a partecipare ad un Campionato Italiano.

L’1 e il 2 Giugno a Fermo si sfideranno 6 compagini in un girone all’italiana, le prime due parteciperanno alle Final 6 che si terranno al “PalaPanini” di Modena, il tempio della pallavolo.

L’esordio sarà contro la Pontebuggianese, un gran derby. Per arrivare a questi traguardi ci sono voluti sei anni, la Bacci ha già organizzato tre tornei nazionali ma le spese sono alte e si augura di trovare maggiore collaborazione nel territorio per far crescere ancora di più questa disciplina così aggregante e divertente.

Campi Bisenzio, è divenuta grazie al lavoro della Bacci, il punto di riferimento di tutto l’hinterland fiorentino.