martedì, 26 Ottobre 2021
HomeSezioniSportUnder 14 Calenzano: da leonesse...

Under 14 Calenzano: da leonesse a ‘micie’

Una sconfitta da dimenticare per le giovani leonesse...

-

E’ la “tempesta” dell’anno, pardon la partita dell’anno, annunciata, attesa da mesi. Da un lato Giulia, che arriva con le sue “cavallone” (scusate se le onde sono femmine, perché i cavalloni dovrebbero essere maschi?!), dall’altra Gloria con le sue “frangiflutti”, pronte a respingere le “ondate” da primato in arrivo. Una folla “oceanica” e come potrebbe essere diversamente, si riversa sul PalaMascagni, sommergendo letteralmente gli spalti. Turno infrasettimanale di lusso con due scontri al vertice tra le prime quattro della classe, un uragano di pallavolo, un ciclone di emozioni, tutto al femminile, come nelle peggiori tempeste!

INIZIO DA BRIVIDI – Primo set da cardiopalma, in equilibrio precario sulla cresta dell’onda, un’onda lunga che si infrange con un fragore assordante sugli spalti, soltanto sul 26-24, per le ospiti.

SI CERCA DI ALLONTANARE LA TENSIONE – Sulla spiaggia (cioè sulle gradinate, scusate!) ci si attrezza contro gli schizzi, se questo è l’inizio, la “bufera” sarà davvero terribile. Precauzione inutile, perché, come spesso accade in questi casi, la tensione si spezza, la burrasca cala d’intensità e l’urgano si declassa a tempesta tropicale. Contraccolpo psicologico per le nostre surfiste, che sembrano risucchiate nel “vortice” del 2 set, e in un “baleno” ( è proprio il caso di dirlo!!!) si trovano sotto un’onda di 9 punti. Non affogano soltanto perché Gloria Masetti in versione “Baywatch” le riporta a riva, ma ormai è troppo tardi, l’onda è passata, 25-17. Sull’onda dell’entusiasmo le ospiti prendono il largo anche nel 3° set, ma le nostre ragazze, in “cerca” di Gloria, non si danno per vinte e il mare torna agitato. Non sarà “la tempesta perfetta” del primo set, ma anche Ulisse metterebbe “tre mani di terzaroli” per stare in mare oggi! Una vera battaglia, “navale” per restare in tema, ma evidentemente non è giornata da bagno per le nostre e i sogni delle rossoblu si infrangono sulla battigia, 25-21.

Si sperava in un mercoledì da leoni, ma lasciamo le nostre “micie” a leccarsi le ferite e aspettiamo con fiducia che ritirino fuori gli artigli!

 

Ultime notizie