Volley, Bisonte e Savino Del Bene si riparte

Firenze si prepara a un altro anno di grande volley con qualche certezza in più. Il 26 maggio sono iniziati, come anticipato da Il Reporter, i lavori per il PalaWanny. Questa è una notizia che esplicita quanto sia grande la passione per lo sport del patron de Il Bisonte e, soprattutto, per Firenze.

PalaWanny, via ai lavori

“Non voglio morire con i soldi in tasca”, esclamò scherzando Wanny Di Filippo. E così è stato, la nostra città avrà la culla del volley e di altre discipline che si sposteranno nel nuovo tempio dello sport. Prima del completamento dell’opera il Mandela Forum sarà ancora il palcoscenico sia del Il Bisonte Firenze in campionato che della Savino Del Bene in Champions League.

Volley, il mercato di Bisonte Firenze Savino Del Bene

Il Bisonte del 2019/2020 avrà ancora Caprara in panchina, la giovanissima centrale Fahr appena acquistata, la conferma delle giocatrici migliori. Questo, insieme alla voglia di stupire, assicurerà ai “Pellicani Feroci” una stagione che potrebbe regalare ancora più soddisfazioni della precedente.

Volley, il mercato della Savino Del Bene

Come al solito, anche dopo una bella annata, ci sarà invece una mezza rivoluzione in casa Savino Del Bene. Cambio del ds, dopo la fine del mercato: Massimo Toccafondi, che di fatto ha allestito la squadra per il prossimo campionato, lascia il posto a Francesco Paoletti (ex team-manager). Confermate Malinov, Bosetti, Milenkovic, Stevanovic, Merlo e Da Silva (anche se quest’ultima si è dovuta operare alla spalla destra e non sono stati stabiliti i tempi per il rientro). Il resto delle giocatrici o non sono state confermate o hanno preso un’altra strada: non potremmo più ammirare la stella svedese Haak e la Vasileva, oltre al tecnico Parisi, sostituito da Mencarelli. Quest’ ultimo coach tra i più bravi al mondo ma molto esigente dalle sue ragazze. Da Silva probabilmente sarà sostituita da Kakolewska, centrale della Pomì. Bricio andrà a ricoprire il ruolo di Vasileva. Cardullo sarà, invece, il secondo libero. Elena Pietrini e Marina Lubian sono due acquisti giovani e promettenti molto adatte al lavoro di Mencarelli. Poi dovrebbero essere ingaggiate l’olandese Lonneke Slöetjes e la polacca Magdalena Stysiak, utilizzabili entrambe come opposto e schiacciatrice. La seconda palleggiatrice sarà Giulia Carraro, che avrà il difficile compito di prendere il posto di Valeria Caracuta. Un roster completo, ma che, secondo noi, non è più forte di quello della passata stagione.

In pole position per la Serie A1 partirà Conegliano, quasi irraggiungibile con il probabile arrivo di Paola Egonu. In seconda fila mettiamo Savino Del Bene e Novara, con Monza e Busto appena un gradino indietro.

Poi, sulla carta, arriva Il Bisonte che non è distantissimo dalla “pool five”. Ultima considerazione: senza una casa degna di una Serie A1, la Savino Del Bene difficilmente potrà competere con le big di Europa.

In questa stagione hanno portato a casa titoli in Italia: Novara, Busto, Conegliano e Monza. La Savino Del Bene ha vinto solo nel sand 4×4, sand che non sarà disputato in questa stagione da Scandicci.