giovedì, 6 Agosto 2020
Home Sezioni Storie A Firenze arriva Coyzy: pronto...

A Firenze arriva Coyzy: pronto intervento in un’app

Informare, sensibilizzare, prevenire. E, in caso di pericolo, lanciare l’allarme. Debutta da Firenze Coyzy, l’app antiviolenza

-

Si chiama Coyzy e si pronuncia come la parola italiana “coe-si”. È un’app, ma ancor prima è una community di persone e professionisti che hanno l’intento di rendere i cittadini più sicuri. L’obiettivo di Coyzy è infatti quello di prevenire gli atti di violenza in ambito domestico, lavorativo, scolastico e nel tempo libero creando un network di sicurezza fatto di utenti che condividono gli stessi valori. Coyzy è uno strumento facile da usare in qualsiasi momento, adatto a tutelare soprattutto i soggetti più a rischio di violenza (in tutte le sue forme, dalla violenza sulle donne, al bullismo, al mobbing).

Coyzy: come è nata e a cosa serve

L’app è stata ideata e sviluppata da Well-Fare srl, una start up innovativa e spin-off dell’Università di Pisa, fondata da Luca Piras, Marco Nari, Alessio Balsini ed Ely Pacchierotti. Per usare l’app basta registrarsi, scegliendo tra la sottoscrizione gratuita o l’abbonamento premium. Nel secondo caso è richiesto un contributo minimo mensile per accedere a funzioni avanzate di prevenzione e assistenza. Sono tre i cardini attorno ai quali ruota Coyzy: (in)formare, prevenire, assistere. E, quando purtroppo si rende necessario, lanciare l’allarme. Se ci si trova in una situazione di emergenza, l’app è in grado di inviare un sos immediato – anche solo usando la voce – per avvisare del pericolo tutti gli utenti che si trovano nei paraggi, comprese le forze dell’ordine.

app antiviolenza

Un servizio per ricevere e per dare aiuto

L’app è divisa in quattro sezioni. Strumenti di prevenzione, cioè una serie di funzioni utili a documentare e avvisare in caso di pericolo (richiesta SOS alla community con invio di posizione e recording, una propria cerchia di persone fidate, allarme sonoro). Video informativi, che forniscono informazioni utili e pratiche per prevenire la violenza ma anche supporto in caso di avvenuta violenza. Tutti i video sono realizzati grazie al sostegno di professionisti del settore. E poi guida psicologica, legale, sanitaria e assistenza qualificata. Una community di persone che si fanno “rete di sicurezza”, sia per un intervento rapido ma anche per il sostegno reciproco, dato che non di rado chi subisce una violenza tende a isolarsi dal resto del mondo.

Si induce così a comportamenti virtuosi di solidarietà sociale e di partecipazione attiva al benessere collettivo. A breve il progetto pilota di testing partirà proprio dalla città di Firenze. Nel frattempo sul sito www.coyzy.com è possibile registrarsi per accedere già ad una serie di contenuti gratuiti e prenotare l’app con una promozione di lancio.

Ultime notizie

Bonus computer 2020: ok dell’Ue al voucher da 500 euro per l’acquisto di un pc

Un buono da 500 euro riservato ai redditi bassi per l'acquisto di pc, tablet o connessione a internet: come funziona il bonus computer

Coronavirus in Toscana, 11 nuovi casi. Due positivi dai test negli aeroporti

Dieci nuovi casi e di nuovo un paziente in terapia intensiva: dati e notizie di oggi, 5 agosto, sul coronavirus in Toscana

Cinema a Villa Bardini: i film in programma ad agosto

Per la prima volta il grande schermo arriva in uno dei parchi storici più belli della città. Film anche ad agosto e un giorno a settimana la proiezione è gratis per le famiglie

Estate 2020 a Firenze: tra i musei aperti anche il Bargello

Il Museo del Bargello torna ad aprire al pubblico tra grandi capolavori, regole anti Covid e un'impalcatura nel cortile