Cinema alla Montagnola Firenze

Dopo il cinema sotto le stelle, nel giardino della Montagnola arriva una nuova area ludica per scacciare una volta per tutte il degrado: una piramide di funi da far scalare ai più piccoli, una baby-funicolare, tre nuove panchine.

La Montagnola si rigenera

Scatteranno a fine settembre i lavori per rimettere a nuovo la parte alta della collinetta che domina l’Isolotto vecchio, in particolare la zona sopra il campetto da basket. Previsto inoltre un orto didattico a servizio della scuola primaria e una gradinata per gli “spettatori” da creare sfruttando la pendenza del terreno accanto al campo da pallacanestro. Un piano di rigenerazione urbana che proviene dal basso.

La proposta di riqualificazione è stata infatti presentata dal comitato dei genitori Montagnola-Gramsci e dall’associazione La Città Bambina e ha vinto il bando “Paesaggi comuni” della Fondazione CR Firenze, promosso in collaborazione con il Comune. A disposizione ci sono 40mila euro per il progetto “Montagnola da vivere” che andrà avanti fino a giugno 2020 portando qui nuove attrezzature ed eventi per famiglie.

Il cinema alla Montagnola dell’Isolotto

Tra le iniziative, “IsolOttanta”, la rassegna gratuita di cinema su un grande schermo gonfiabile, con film cult degli anni Ottanta in cinque serate estive, le ultime il 5 e il 12 settembre. In cantiere ci sono poi letture animate, giornate di sport, laboratori e feste. Tutti gli aggiornamenti su iniziative e proiezioni www.facebook.com/montagnoladavivere.

“Adulti, bambini, famiglie: per il cinema all’aperto la risposta delle persone c’è stata e speriamo di poterlo riproporre il prossimo anno, una volta concluso il progetto –spiega Cristiana Innocenti, presidente del Comitato dei genitori Montagnola Gramsci – adesso, oltre ai bambini, vogliamo coinvolgere gli adolescenti, anche a seguito della vicenda di Gabriele (il quindicenne morto a luglio in via Torcicoda dopo uno schianto in moto, ndr), un fatto che ha colpito tutto il quartiere e che ha avviato una riflessione sugli spazi per ragazzi presenti nella zona”.

I riflettori sulla Montagnola si sono riaccesi nell’estate del 2017 con le segnalazioni dei residenti sulla presenza di spaccio e sporcizia. Da lì è partito un percorso che ha coinvolto anche il Quartiere 4.

“È stato un gioco di squadra insieme a cittadini e associazioni. Ora vogliamo andare avanti su questa strada – dice il presidente del Q4 Mirko Dormentoni – l’amministrazione comunale in questi anni ha concluso vari interventi per la Montagnola come la sistemazione dei marciapiedi, la nuova illuminazione pubblica, la videosorveglianza, la manutenzione del verde e la riqualificazione del campino da basket”.