Nasceva 100 anni fa, Ginettaccio. Esattamente il 18 luglio 1914, a Ponte a Ema. E ora, in occasione del centenario della sua nascita, Bartali sarà ricordato con una serie di iniziative.

VISITE GUIDATE

L’associazione MUS.E propone ad esempio una serie di visite guidate al museo del Ciclismo Gino Bartali (via Chiantigiana 173) venerdì 18 luglio dalle 15 alle 17. Le visite saranno proposte in forma gratuita ogni mezz’ora, per un massimo di 25 partecipanti per volta, e consentiranno di rivivere gli anni del ciclismo sportivo in cui correva Gino Bartali oltre che di approfondire le tematiche del mondo della bicicletta. Oltre ai cicli, ai trofei e ai cimeli legati alla storia di Bartali, sarà quindi possibile osservare esemplari storici di biciclette, da corsa e non, realizzate a cavallo fra Ottocento e Novecento.

PONTE A EMA

Ma c'è anche altro, perché tutta Ponte a Ema sarà protagonista, dal 18 al 20 luglio, dei festeggiamenti per il centenario della nascita di Gino Bartali, organizzati dall'associazione Amici del Museo del Ciclismo Gino Bartali e da Supra Vires Audaces, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli. Il 18 luglio alle 9.30 è in programma l'apertura del museo e una Messa, alle 10.30 l'inaugurazione della collettiva di pittura sul tema “Bartali e il ciclismo”, a cura dell'associazione Toscana Arte-Cultura. A seguire è previsto un omaggio alla tomba di Gino Bartali, oltre alla proiezione di filmati inediti nella sala video del museo. Dalle 13 alle 19 ci sarà l'apertura della mostra “Auto-Moto-Biciclette dei Mestieri”, mentre alle 17 la presentazione del libro “Bartali su strada più forte di tutti”, di Giovanni Castagnoli.

LA CENA

E ancora, alle 18 si terrà l'esibizione di Giuliano Calore, recordman di ciclismo estremo (Guinness dei Primati), mentre alle 18.30 la sfilata del corteo storico della contrada Alfiere di Bagno a Ripoli. Si arriverà così alle 20.15, quando è in programma la cena sotto le stelle nella terrazza del museo: il prezzo della cena è di 25 euro, la prenotazione consigliata. Saranno dati riconoscimenti a coloro che si sono distinti nella vita del museo, e saranno presenti anche i figli di Gino, Biancamaria e Luigi Bartali.

PEDALATA

Sabato 19 luglio è poi in programma la pedalata storica “Sulle strade di Gino”, e domenica 20 luglio un fondo cicloamatoriale, entrambi organizzati dalla A.S.D. Supra-Vires Audaces.