domenica, 7 Marzo 2021
Home Sezioni Arte & Cultura 100 mila visitatori per Galileo

100 mila visitatori per Galileo

-

Di fatto, il bilancio dell’esposizione ideata e curata da Paolo Galluzzi, direttore del Museo di Storia della Scienza (prossimo Museo Galileo) e organizzata dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e dalla Fondazione Strozzi, va già ben oltre le previsioni della vigilia, quando manca un mese circa alla chiusura in programma il 30 agosto.

Il visitatore numero 100 mila, così ha voluto il caso, è una ragazzina francese di 10 anni, Lolà Hautecoeur (foto www.galileofirenze.it), in vacanza in Italia con i genitori Luc e Helèn, entrambi fotografi, e il fratellino Merlin (7). Vengono da Jurançon, una delle capitali del vino ai piedi dei Pirenei atlantici, nella provincia del Bearn, terra natale di Enrico IV, il re navarro cui bastò assistere a una messa per conquistare Parigi e la corona di Francia.

A Firenze gli Hautecoeur alloggiano in un albergo del centro. Come non pochi turisti e fiorentini, trovano la città piuttosto cara. “Cara e un po’ caotica, con troppe macchine e motorini”, dice papà Luc, “Però anche ricchissima di storia e di cose stupende da vedere. Mostra di Galileo compresa. Eccezionale. Davvero istruttiva anche per i bambini. I nostri si sono divertiti moltissimo anche grazie ai vari gadget. Torneremo”.


Per omaggiare mademoiselle 100 mila la Fondazione Strozzi ha concesso ingresso gratuito a tutta la famiglia, donando anche il bel catalogo (Giunti editore, pagine 444, € 48) e alcune pubblicazioni. La quota fatidica è stata peraltro raggiunta e superata dopo 147 giorni di programmazione, con una media giornaliera di 680 visitatori e una punta massima di 1564 il 15 marzo. Questi dati si aggiungono alla entusiastica accoglienza riservata alla mostra dai media italiani e internazionali e contribuiscono a fare di un’operazione culturale di eccezionale raffinatezza e rarità un fenomeno di dimensioni popolari.


“Si dimostra così”, commenta il presidente della Fondazione Strozzi Lorenzo Bini Smaghi, “non solo la validità e l’altissima qualità del progetto, ma anche la nostra capacità di creare un nuovo genere di mostre capaci di fondere arte e scienza. Grazie alla particolare attenzione per famiglie e bambini, Galileo è stata visitata da una grande varietà di pubblico di ogni età.  Palazzo Strozzi offre anche un ricco programma di eventi collaterali (le conferenze di Caffè Galileo, uno spettacolo teatrale il 13 agosto e concerti il 20 e 21 agosto), confermandosi centro culturale globale al servizio della città”.


Esplicita soddisfazione anche all’Ente Cassa di Risparmio. “Centomila visitatori”, dice il presidente Michele Gremigni, “sono un traguardo straordinario per questa mostra tanto bella e rara, quanto intimamente complessa. E’ la prova regina che la qualità paga sempre, perché il pubblico sa riconoscerla e apprezzarla. Siamo dunque felici di aver promosso e organizzato questa iniziativa, con cui Firenze si è imposta all’attenzione internazionale nell’anno che l’Onu ha dedicato all’astronomia e alle rivoluzionarie scoperte di Galileo.

Ultime notizie

La presa del potere, lezioni di storia online dai più famosi teatri d’Italia

Un ciclo speciale delle Lezioni di Storia dal 7 marzo al 16 maggio in streaming, direttamente dal palco dei più importanti teatri italiani

Di che colore è la Toscana: zona rossa o arancione la prossima settimana (8-14 marzo)?

La prossima settimana (8-14 marzo) la Toscana resta in zona arancione, ma con qualche zona rossa locale: Pistoia, con le scuole chiuse, e due comuni tra Livorno e Pisa. Sorvegliate speciali Empoli e Prato

Fiorentina, contro il Parma è una gara da ultima spiaggia

Senza Ribery un vero e proprio spareggio tra pericolanti. Ballottaggio tra Eysseric e Callejòn: le probabili formazioni di Fiorentina - Parma

A Firenze laboratori di circo e teatro per bambini, ragazzi e adulti (gratis)

Gli appuntamenti del progetto "Fuori centro - Racconti urbani", un programma di laboratori di circo, teatro e narrazione dedicato a bambini, ragazzi e adulti nei quartieri periferici di Firenze. Tutto gratis