mercoledì, 23 Giugno 2021
HomeSezioniArte & CulturaAida al Giardino di Boboli

Aida al Giardino di Boboli

-

Non piramidi ed elefanti, ha sottolineato il direttore del festival Luca Canonici, ma 13-15 opere frammentate, mutilate e attraversate da vuoti dell’artista polacco che evocheranno l’ambientazione dell’Aida. ”Non sarà un allestimento didascalico – ha spiegato in conferenza stampa a Palazzo Vecchio Mitoraj, che firmerà anche i costumi e che torna a Boboli 10anni dopo la personale delle sue opere allestita nel giardino di palazzo Pitti – ma rappresenterà un lontano ricordo di quell’epoca. D’altra parte, tutte le Aida che ho visto, dal vivo e in video, erano molto kitch. Non lo è affatto la musica di Verdi. Ed è un vero peccato dare una visione pacchiana di un’opera che di pacchiano non ha nulla”.

Con repliche il 25 giugno e il 9 e il 21 luglio, l’Aida di Motoraj sarà interpretata dall’orchestra dell’OperaFestival diretta da Roberto Tolomelli con la regia di Andrea Cigni. Nel cast il soprano Dimitra Theodossiu nella parte di Aida, Elisabetta Fiorillo (Amneris), Ignacio Encinas (Radames) e Stefano Rinaldi Emiliani. Il programma di OperaFestival proseguirà fino al 30 luglio con gli spettacoli di Massimo Ranieri (16 luglio) e Claudio Baglioni (22 e 23 luglio), la tradizionale serata di chiusura del Maggio Musicale Fiorentino con Zubin Mehta (2 luglio), uno spettacolo di MaggioDanza, un concerto dell’Orchestra Regionale Toscana.

Sono ancora in corso contatti per portare a Boboli anche Keith Jarrett. Chiuderanno la rassegna Roberto Bolle and Friends con ‘Una notte di grande danza’, il 29 e il 30 luglio.

Ultime notizie