Lezioni di storia. Che raccontano Firenze: dalla battaglia di Campaldino (1289) fino a Don Milani e La Pira (1958). Non dentro un’aula o in una sala congressi. Ma dentro un cinema, l’Odeon Cinehall (piazza Strozzi) che dal 26 ottobre fino all’8 marzo sarà il luogo scelto per ospitare nove grandi storici che ogni domenica mattina alle 11 racconteranno battaglie, congiure, utopie, visioni del mondo, riforme che hanno coinvolto Firenze.

L’iniziativa si chiama Lezioni di storia. Gli anni di Firenze ed è stata ideata dagli editori Laterza con l’organizzazione di Laterza Agorà e dell’assessorato alla cultura del comune con il contributo di BNL-Gruppo BNP Paribas, sponsor NH Hoteles. A presentare i nove appuntamenti (l‘ingresso è gratuito) stamani in Palazzo Vecchio c’erano il sindaco Leonardo Domenici insieme all’assessore alla cultura Eugenio Giani, Giuseppe Laterza e Lodovico Steidl (Laterza).

“E’ una grande soddisfazione – ha detto Leonardo Domenici- essere riusciti ad organizzare queste lezioni di storia pubbliche aperte a tutti, un’iniziativa importante che riguarda la storia d’Italia in generale , che ha riguardato anche Roma e che ora tocca la nostra città”.

L’iniziativa come ha sottolineato anche Giuseppe Laterza “ha riscosso tantissimo successo anche a Roma e siamo conviti che il pubblico fiorentino capirà la particolarità di queste lezioni”. Firenze custodisce nel suo tessuto urbano le tracce di vicende che hanno modificato il corso della nostra storia, c’è un grande patrimonio storico e artistico che la rendono una delle capitali mondiali della cultura, ma senza la memoria tutto questo si ridurrebbe ad un cumulo di antichità senza vita. Alessandro Barbero, Franco Cardini, Adriano Prosperi, Maurizio Viroli Paolo Rossi, Giuseppe Ricuperati, Raffaele Romanelli, Emilio Gentile, Alberto Melloni, nella loro disciplina figure di assoluto prestigio in Italia e all’estero, faranno rivivere attraverso un’epoca, i suoi personaggi e le sue trasformazioni.

Le lezioni saranno introdotte dal giornalista Raffaele Palumbo. Dalla Battaglia di Campaldino alla Firenze di Don Milani e La Pira passando per la storia sulla “Congiura dei pazzi” raccointanta da Franco cardini, dalla lezione su “Savonarola del falò delle vanità al rogo” (7 dicembre), a “Macchiavelli, il carcere, il Principe” (Maurizio Viroli). E poi anche la storia di “Galileo e la scoperta della luna” a cura di Paolo Rossi, la “Riforma criminale di Pietro Leopoldo” (25 gennaio). “La storia d’Italia – ha spiegato l’assessore alla cultura Eugenio Giani- è una storia di municipalità. Lo sguardo sul passato aiuterà a capire dove affondano le nostre radici e quanto complessa e stratificata sia la nostra identità, rendendoci più consapevoli della realtà in cui viviamo.”

 

Programma delle lezioni

domenica 26 ottobre 2008, ore 11

ALESSANDRO BARBERO

1289. La battaglia di Campaldino


domenica 16 novembre 2008, ore 11

FRANCO CARDINI

1478. La congiura dei Pazzi


domenica 7 dicembre 2008, ore 11

ADRIANO PROSPERI

1498. Savonarola dal falò delle vanità al rogo


domenica 21 dicembre 2008, ore 11

MAURIZIO VIROLI

1513. Machiavelli, il carcere, il Principe


domenica 11 gennaio 2009, ore 11

PAOLO ROSSI

1632. Galileo e la scoperta della luna


domenica 25 gennaio 2009, ore 11

GIUSEPPE RICUPERATI

1786. La Riforma criminale di Pietro Leopoldo


domenica 8 febbraio 2009, ore 11

RAFFAELE ROMANELLI

1864. L’Italia a Firenze


domenica 22 febbraio 2009, ore 11

EMILIO GENTILE

1908. Firenze capitale delle avanguardie


domenica 8 marzo 2009, ore 11

ALBERTO MELLONI

1958. Don Milani nella Firenze di La Pira