Si parlerà di Palazzo Nonfinito, ma anche del volto della principessa Anna, figlia del granduca Francesco I. Sono questi alcuni degli argomenti che compaiono sul primo numero di Medicea, rivista interdisciplinare di studi medicei: ideata e diretta da Marco Ferri e Clara Gambaro, con il contributo di Banca Etruria.

“Un bel progetto – ha detto stamani l’assessore alla cultura Eugenio Giani presentando stamani la rivista insieme ai curatori- del quale la città ha bisogno e che colma un vuoto. La storia della famiglia medici segnò un momento fondamentale della storia di Firenze, della Toscana , ma anche del mondo. Trecento anni storia che grazie a questa rivista verranno riportati all’attenzione con lo spirito curioso e indagatore che è proprio dei giornalisti”.

Medicea, che vede la luce dopo due anni di gestazione, propone come leit motiv la Storia e le storie di casa Medici, questi ultimi considerati non solo come “attori” o “registi” dei fatti che li videro protagonisti, ma anche come semplici “spettatori” di avvenimenti svoltisi tra il XIV e il XVIII secolo. Infatti la caratteristica principale della rivista è l’interdisciplinarietà, dove l’arte ha la stessa “dignità” della botanica, l’architettura della marineria, l’urbanistica della storia delle scienze etc..

La presentazione alla città della rivista sarà mercoledì 22 nel salone dei Cinquecento (ore 17).

La pubblicazione, che avrà cadenza quadrimestrale – sarà diffusa per abbonamento, in libreria e nell’edicole più fornite – si avvale dell’esperienza della casa editrice fiorentina Centro Di per l’impaginazione, la grafica e la distribuzione.