sabato, 17 Aprile 2021
HomeSezioniArte & CulturaFirenze noir per giovani penne

Firenze noir per giovani penne

Il lato oscuro di Firenze in una ventina di pagine. Un thriller, un noir, un'opera mistery ambientata nella città del giglio, a firma di una giovane penna. E' stata presentata oggi a Palazzo Medici Riccardi la prima edizione del concorso “Parola al delitto”, premio noir rivolto ai giovani dai 16 e ai 30 anni.

-

L’iniziativa è organizzata dalla Società di Mutuo Soccorso di Serpiolle, in collaborazione con il Club gli Innamorati del Giallo di Firenze, col Patrocino del Quartiere 5 di Firenze e della Provincia di Firenze.

Alla conferenza di presentazione hanno partecipato l’Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Giovanni Di Fede, il Presidente della Società di Mutuo Soccorso di Serpiolle, Alessandro Baroncini, lo scrittore e Presidente della giuria del concorso, Luca Bandini, il Presidente del Quartiere 5, Federico Gianassi, e l’ideatore dell’iniziativa, Giacomo Trallori.

“E’ una iniziativa molto stimolante – ha detto l’Assessore provinciale all’Istruzione Giovanni Di Fede – che si rivolge ai giovani interessati alla letteratura. Dai ragazzi ci aspettiamo creatività ed inventiva, ingredienti che in giallo non devono mancare. Siamo felici di collaborare alla prima edizione di questo concorso che, tra i primi, darà la luce ad una serie di racconti noir ambientati a Firenze”.

Il premio di narrativa noir è aperto a tutte le penne esordienti che vogliano proporre un proprio racconto inedito che appartenga al genere giallo nell’accezione più ampia (noir, mistery, thriller).

COME PARTECIPARE. Lo scritto elaborato dai concorrenti dovrà essere ambientato a Firenze e seguire un testo d’inizio realizzato da Luca Bandini con l’incipit: “Tutte le serrande erano abbassate per metà e la stanza, invasa dal fumo di troppe sigarette, era avvolta dalla penombra. Nell’aria, oltre al greve odore di nicotina, aleggiava quello altrettanto pesante e dolciastro di birra e whisky. I due uomini sedevano su delle poltrone sgangherate…”.

I racconti saranno giudicati da una giuria popolare composta da 13 grandi lettori, ognuno dei quali costituirà un gruppo di ulteriori 5 lettori per esprimere un parere sugli elaborati in gara. Gli esiti dei vari gruppi saranno poi sommati ai giudizi di una giuria tecnica presieduta dallo scrittore Luca Bandini, della quale fanno parte: il Presidente del Quartiere 5, Federico Gianassi, l’architetto e vignettista Roberto Malfatti e i giornalisti Stefano Galardeschi, Maria Vittoria Giannotti, Silvia Gigli e Sandra Nistri.

I partecipanti, ai quali non verrà richiesta alcuna quota d’iscrizione, aspirano come premio finale alla pubblicazione dei propri scritti. I migliori cinque racconti saranno infatti pubblicati in un’antologia curata da un editore.

Il concorso sarà presentato al pubblico domenica 27 settembre, alle ore 18 nei locali della Società di Mutuo Soccorso di Serpiolle (via delle Masse 38). .

Per leggere il bando del concorso e iscriversia “Parola al delitto”, è sufficiente consultare il sito http://www.serpiolle.com/parolaaldelitto/.

Ultime notizie