martedì, 13 Aprile 2021
HomeSezioniArte & CulturaFirenze Scienza, un progetto per...

Firenze Scienza, un progetto per coinvolgere i giovani

debutta il programma di educazione scientifica per la scuola che convolgerà 70000 studenti di Firenze e Provincia

-

Alle vigilia delle esposizioni dedicate ai massimi musei scientifici fiorentini, debutta il 20 ottobre a Firenze e provincia un imponente programma di visite,  laboratori e concorsi dedicati alla scuola e alle famiglie, con una vastissima partecipazione di studenti e docenti.

Tra le iniziative, tre speciali percorsi allestiti al Museo di Storia Naturale (La Tribuna di Galileo e la Specola fiorentina), al Museo di Storia della Scienza (La Fisica a Firenze nell’Ottocento. Macchine e modelli da utilizzare) e al Gabinetto di Fisica della Fondazione Scienza e Tecnica (La didattica delle scienze nell’800) ed un viaggio emozionante tra le maggiori collezioni scientifiche d’Europa che coinvolgerà oltre 70.000 ragazzi e 3.000 insegnanti.

A loro disposizione quattro itinerari dedicati allo straordinario periodo che vide Firenze tra le grandi capitali della ricerca: dai minerali ai fossili, dai mastodonti preistorici alle cere anatomiche e botaniche, dai primi moderni telescopi agli apparati della fisica ottocentesca, in tutto migliaia di strumenti, dipinti, disegni, oggetti, testimonianze di un’epoca gloriosa.

Promosso dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze con la collaborazione della Provincia e il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale, il programma didattico si concretizza in due grandi progetti: l’uno fatto di esperienze sul campo, l’altro multimediale.

Il primo prevede appunto un vasto calendario di visite alle mostre e di partecipazione a vari laboratori con l’opportunità di acquisire crediti formativi. Quanto al progetto multimediale, si tratta di didattica scientifica on line realizzata con Portale Ragazzi attraverso un concorso per le scuole elementari e medie fiorentine e per le superiori di Firenze e provincia  (info e regolamenti: www.portaleragazzi.it), mentre gli insegnanti troveranno sul sito il materiale necessario per coordinare il lavoro delle classi.

Ultime notizie