venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniArte & CulturaLa rivincita della natura sull’uomo,...

La rivincita della natura sull’uomo, in una mostra

Sarà inaugurata sabato 26 maggio alle ore 18.30 presso lo spazio Silver Factory di Firenze, ''L'insolita Naturalis Historia'', una mostra personale dell'artista sardo Valerio Porru, che lo scorso giugno mise in scena una performance contro il nucleare.

-

Sarà inaugurata sabato 26 maggio alle ore 18.30 presso lo spazio Silver Factory di Firenze, ”L’insolita Naturalis Historia”, una mostra personale dell’artista sardo Valerio Porru, che lo scorso giugno mise in scena una performance contro il nucleare con dei manichini in Arno (come si vede nelle foto).

INSOLITA NATURALIS HISTORIA. Un linguaggio dissacrante, irriverente e visionario, quello di Valerio Porru che con video, installazioni e disegni propone la sua Insolita Naturalis Historia, una mostra personale curata da Federica Mariani, presso lo spazio Silver Factory di Firenze. L’esposizione inaugura sabato 26 maggio alle ore 18:30 con la perfomance del gruppo Unstaticism Sequences, che produrrà stimolazioni sonore sperimentali. L’artista propone la sua visione del mondo animale e vegetale che, progressivamente, prende il sopravvento sulla specie in una lotta visionaria e mistificatoria. Disegni, tele, installazioni e video ci riportano in un mondo tutt’altro che incantato. L’artista gioca con l’etologia, l’energia magnetica ed il colore dando una sua personale visione e rielaborando un’insolita Naturalis Historia, in omaggio a Plinio il Vecchio.

CRITICA DELLA REALTA’. Attraverso differenti mezzi espressivi, Porru attua una forte critica sociale, etica e umana che trapela in tutte le sue opere. Nulla è lasciato al caso, il concetto viene espresso in maniera velata o determinata, a seconda della potenza espressiva richiesta dal soggetto. La linea sottile che contraddistingue tutti i suoi lavori è l’analisi della condizione umana, considerata povera e inetta. L’uomo in contrapposizione con la perfezione della natura non può far altro che prendere atto della sua sconfitta e arrendersi.

LA RIVINCITA DELLA NATURA. L’artista sardo naturalizzato fiorentino, con questa mostra concede una rivincita ideale alla natura oggi devastata dall’uomo: scheletri di animali, strane creature ed enormi insetti diventano emblemi della denuncia dell’artista. L’insolita Naturalis Historia illustra le tensioni dell’epoca presente con l’obiettivo di sensibilizzare e far riflettere lo spettatore sull’importanza di preservare la natura e il nostro ecosistema. La mostra è visitabile fino al 26 giugno dal giovedì al sabato, ore 18:00 – 20:30 e su appuntamento. Ingresso gratuito.

Ultime notizie