giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniArte & CulturaL'arte incontra la giustizia: una...

L’arte incontra la giustizia: una mostra fotografica immortala le scene del delitto

A Pelago, dal 5 marzo al 23 aprile, una mostra ispirata all'opera di Beccaria “Dei delitti e delle pene”. Oggetto della mostra fotografica sono alcune delle abitazioni ormai divenute famose alla cronaca per essere state teatro di famosi omicidi e gli interni di alcune carceri italiane.

-

A Pelago, dal 5 marzo al 23 aprile, la mostra fotografica “Home kill Home” ispirata all’opera di Beccaria “Dei delitti e delle pene”. Oggetto della mostra alcune delle abitazioni ormai divenute famose alla cronaca per essere state teatro di spaventosi omicidi e gli interni di alcune carceri italiane.

DEI DELITTI… Gli scatti della prima parte della mostra, dedicata ai ‘delitti’, appartengono al ‘duo’ di artisti Fulvio Guerrieri e Paola Dallavalle. Le loro foto ritraggono l’esterno delle abitazioni in cui sono avvenuti alcuni tragici omicidi negli ultimi anni della cronaca nera italiana, da Cogne a Garlasco a Novi Ligure. Niente a che fare con la ‘spettacolarizzazione’ però. Le fotografie presentano freddamente le architetture degli edifici: né il titolo né tantomeno l’immagine evocano allo spettatore il tremendo delitto che tra quelle mura ha avuto luogo. L’immagine ci presenta il sipario, ma quello che c’è dietro sta unicamente negli occhi dello spettatore.

… E DELLE PENE. La seconda parte vedrà esposti gli scatti di Alessandro Mencarelli, avvocato penalista che da anni unisce la sua professione alla passione per la fotografia. Obiettivo dell’avvocato/artista è rendere visibile una dimensione sempre meno conosciuta al cittadino comune: quella delle carceri in quanto luogo di privazione della libertà e di attesa. “Nelle mie foto – dice Mencarelli – ho ritratto i momenti di attesa prima del colloquio con i miei assistiti, andando a cercare i dettagli. Il mio scopo è quello di far emergere la condizione delle carceri perché la gente sappia che c’è un abisso tra ciò che dice la Costituzione e ciò che che viene messo in pratica: succede spesso che sei persone si trovino a convivere in una cella di soli 3 metri per 4. Questa non può essere la realtà di un paese civile”.

IL CONVEGNO. L’inaugurazione della mostra, in programma dal 5 marzo alle ore 18 presso la Fondazione Lanfranco Baldi di Pelago, sarà preceduta da una giornata di dibattito (dalle 11 alle 17) sulla situazione delle carceri italiane, presso la Sala Consiliare del Comune di Pelago.

Ultime notizie