Il Teatro di Rifredi sta per trasformarsi in un lussuoso harem-hammam dopo un viaggio all'indietro nel tempo fino alla Istanbul del 1909. Dal 29 gennaio fino al 15 febbraio torna in scena “L'ultimo harem”, lo spettacolo di Angelo Savelli con Serra Yilmaz, Valentina Chico, Riccardo Naldini che nel 2015 festeggia l'11° anno di repliche.

passato e presente a Istanbul

Sul palco due storie parallele. Quella ambientata cento e passa anni fa nel palazzo di Yildiz, in un'atmosfera sensuale, fra tappeti, cuscini, profumi, vapori e musiche orientali, alla vigilia della definitiva chiusura degli harem. Una bellissima favorita circassa attende, insieme all’anziana guardiana ed al capo degli eunuchi imperiali, la possibile visita del sultano, ingannando l’attesa con il racconto di storie fantastiche. Poi, con un veloce cambio di scene, musiche e costumi, si torna ai giorni nostri. Istanbul è diventata una metropoli moderna e qui una casalinga dimessa e trasandata sogna insieme alla sua inseparabile amica una fuga dal loro indecifrabile malessere quotidiano.

Lo spettacolo è curato da Pupi e Fresedde, Teatro di Rifredi e Teatro stabile di innovazione ed è liberamente ispirato ai racconti di Nazlı Eray, de “Le mille e una notte” e ai saggi di Ayşe Saraçgil e Fatema Mernissi. Testo e regia di Angelo Savelli, scene e costumi Mirco Rocchi, luci di Roberto Cafaggini. Gli spettacoli avranno inizio alle 21 nei giorni feriali e alle 16.30 la domenica. Lunedì 2 e 9 febbraio saranno giorni di riposo.