Massa-Carrara è provincia di confine, crocevia tra regioni e città diverse, attraversata dalla via Francigena: in questo luogo si passa in breve tempo dalla costa sabbiosa alle montagne piu’ aspre, ricche di marmo. Questo è il teatro naturale di Lunatica 2008: luoghi splendidi e spesso sconosciuti della Toscana, dall’entroterra al mare, dai borghi medievali alle cave di marmo, dalle piazze ai posti piu’ nascosti, ai castelli e alle ville, fanno da cornice a sedici spettacoli, anche in prima nazionale, per sedici serate di fila a partire dal 20 luglio fino al 4 agosto.

Il programma di quest’anno è di elevato spessore culturale con protagonisti di spicco quali Paolo Rossi, Sergio Rubini, Dario Vergassola, Enrico Rava, Boban Marcovic e molti altri. Lo spettacolo “Il Soccomberante” è in prima nazionale al Chiostro degli Agostiniani a Fivizzano, “Les Anarchistes. Omaggio a Pietro Gori, anarchico pericoloso e gentile”, sempre in prima nazionale a Castamala, mentre il Castello di Malgrate a Villafranca in Lunigiana ospita la “Tragedia di Roncisvalle con bestie”.

Da sottolineare il manifesto del festival che quest’anno è stato realizzato dal Maestro Pietro Cascella, recentemente scomparso, un seducente incontro sole-luna tra oro e argento. Notevole il sostegno della Regione Toscana, oltre che della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Camera di Commercio di Massa-Carrara, Comunità Montana della Lunigiana e l’Accademia di Belle Arti di Carrara.