martedì, 11 Maggio 2021
HomeSezioniArte & Cultura“Voci adolescenti”: al MAD il...

“Voci adolescenti”: al MAD il grido dei ragazzi contro il virus

Paura, rabbia, speranza: le voci degli adolescenti di tutto il mondo alle prese con la pandemia diventano un’opera d’arte

-

È un invito rivolto agli adolescenti di tutto il mondo quello ideato dall’artista Benedetta Manfriani e raccolto da Murate Art District che se ne è fatto promotore. C’è tempo fino al 15 febbraio per partecipare al bando “Voci adolescenti. Call for Quaranteens”. Il progetto raccoglierà una serie di registrazioni audio lunghe al massimo venti secondi nelle quali i ragazzi raccontano il loro punto di vista sui disagi e il dramma della pandemia.

Il progetto dell’artista Benedetta Manfriani

“Il progetto nasce dall’esperienza vissuta quotidianamente da mia figlia adolescente, alle prese con la didattica a distanza da marzo scorso”, spiega Benedetta Manfriani. “Mia figlia, come tutti gli studenti in Dad, trascorre l’intera giornata davanti al monitor per le lezioni e per lo svolgimento dei compiti, parla con gli amici in chat o su una piattaforma online e se ha tempo guarda qualche serie”. “La fatica del primo lockdown – continua Manfriani –, è stata superata con la speranza che tutto si risolvesse velocemente. Ora però, dopo quasi un anno di didattica a distanza, i ragazzi cominciano a manifestare segnali di disagio importanti. Questa impressione di sofferenza è stata confermata dall’incontro con gli alunni di alcune scuole medie che hanno manifestato ansia per la salute dei propri cari, preoccupazione per la situazione economica della famiglia, angoscia per il timore di contagiare i nonni provocandone la morte, grande paura per il futuro”.

Da questa esperienza vissuta in prima persona l’artista ha deciso di trarre ispirazione per la sua prossima opera, un lavoro corale che raccoglierà il “grido” dei ragazzi coinvolti nella pandemia, in tutto il mondo.

“Voci Adolescenti”: un’installazione sonora

L’azione di arte partecipativa proposta dal progetto “Voci Adolescenti” – che al termine del lavoro di ricezione degli audio verrà trasformata in un’installazione sonora – mira a raccogliere la voce dei ragazzi di tutto il mondo (infatti il bando è stato diffuso in italiano e inglese), perché possano lasciare una sorta di traccia sonora emozionale, un unico grido che superi i limiti dello spazio, comunicando attraverso il suono come si percepiscono, come si sentono e chi sono. Una voce, il pezzo di una canzone, un suono, il canto di un uccello, un grido, un rumore.

Il contributo è totalmente libero e anonimo. Chi vuole partecipare può mandare un audio al numero dedicato 320.2505022 o alla mail [email protected] con oggetto “Voci adolescenti”.

Ultime notizie