martedì, 22 Settembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Il Museo dell’Istituto degli Innocenti...

Il Museo dell’Istituto degli Innocenti si rinnova

Novità nel percorso museale che racconta l'attività dell'Istituto, tra video immersivi e un affaccio sull'archivio storico

-

Per la prima volta l’archivio che conserva la storia di 500mila bambini è visibile al pubblico, mentre una camera immersiva permette di scoprire le origini e l’evoluzione di questo luogo. Il Museo degli Innocenti di Firenze apre ai visitatori nuovi ambienti, a poco più di 3 anni dall’inaugurazione del percorso espositivo e in occasione dei 600 anni dell’Istituto degli Innocenti, la più antica istituzione pubblica italiana dedicata all’accoglienza dei bambini, attiva ancora oggi nello storico complesso progettato da Filippo Brunelleschi in piazza Santissima Annuziata.

L’affaccio sull’archivio storico dell’Istituto degli Innocenti

Da oggi una vetrata permette a tutti i visitatori di affacciarsi sugli spazi dell’archivio storico che conserva gli antichi documenti dedicati ai minori ospitati nel corso dei secoli all’interno dello “Spedale degli Innocenti”: le sale, per garantire la conservazione dei materiali, restano chiuse al pubblico, ma alcuni documenti originali sono esposti nel percorso museale e un video consente inoltre una visita virtuale.

La camera immersiva del Museo degli Innocenti di Firenze

L’altra novità del museo è la “camera immersiva” allestita nella Sala Grazzini e accessibile dal Cortile degli uomini, dove un video girato a 270 gradi racconta in 12 minuti 600 anni di storia, dalle origini dell’Istituto degli Innocenti fino all’attività odierna, grazie a un’esperienza sensoriale tra immagini e suoni.

“Il visitatore del museo è accompagnato attraverso modalità anche virtuali alla scoperta di luoghi e documenti inediti – spiega Maria Grazia Giuffrida, presidente dell’Istituto degli Innocenti – attraverso la Camera immersiva è invitato a entrare a far parte del racconto della storia di questa istituzione pubblica che, per prima in Italia, si è fatta carico di accogliere, prendersi cura, ma anche educare e far crescere i bambini più svantaggiati. Il pubblico è incoraggiato anche a comprendere l’evoluzione di questo ente fino all’impegno del presente, che è sempre proiettato verso il futuro e verso la promozione dei diritti dei bambini”.

Crescono così gli spazi del Museo degli Innocenti, inaugurato il 24 giugno 2016 e che comprende 3 percorsi di visita tematici: storia, arte e architettura. Gli interventi hanno rinnovato anche l’illuminazione per valorizzare le opere esposte, tra cui i capolavori firmati da Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio e Luca della Robbia.

 Orari e informazioni utili

Il Museo degli Innocenti di Firenze è aperto tutti i giorni, ad esclusione del martedì, con orario 10.00-19.00, dal primo aprile al 31 ottobre, e con orario 11.00-18.00 dal primo novembre al 31 marzo (chiuso il 25 dicembre e il primo gennaio).

Il biglietto intero costa 9 euro, quello ridotto 7 (over 65, ragazzi tra i 12 e i 18 anni, Student card, convenzioni, chi è in possesso del biglietto della Galleria dell’Accademia). È possibile acquistare anche un tagliando congiunto per visitare il Museo degli Innocenti e il Museo dell’opera di Santa Maria del Fiore. Il primo sabato del mese inoltre l’Istituto degli Innocenti organizza un open day con iniziative per famiglie e bambini.

Ultime notizie

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Prato

I candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Prato: un solo seggio, va alla consigliera uscente Ilaria Bugetti

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Livorno

I candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Grosseto: entrano Anselmi e Gazzetti del Pd e l'elbano Marco Landi della Lega

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Grosseto

I candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Grosseto, dove Leonardo Marras fa il pieno di preferenze

Referendum: cosa succede e cosa cambia con il sì al taglio dei parlamentari

Quando entrerà in vigore le legge costituzionale e le modifiche al numero dei parlamentari, degli eletti all'estero e dei senatori a vita