venerdì, 5 Marzo 2021
Home Sezioni Arte & Cultura "No" del Comune alla Finanziaria:...

“No” del Comune alla Finanziaria: il museo chiude per venti minuti

Anche Palazzo Vecchio protesta contro la manovra Finanziaria che riduce dell'80% le spese per mostre ed eventi culturali. Domani il museo di Palazzo Vecchio resterà chiuso per venti minuti da mezzogiorno a mezzogiorno e venti e un volantino spiegherà, ai visitatori, le ragioni della protesta.

-

 

Anche Palazzo Vecchio protesta contro la manovra Finanziaria che riduce dell’80% le spese per mostre ed eventi culturali. Domani il museo di Palazzo Vecchio resterà chiuso per venti minuti da mezzogiorno a mezzogiorno e venti e un volantino spiegherà, ai visitatori, le ragioni della protesta.
 

MOBILITAZIONE. Domani è la giornata di mobilitazione nazionale “Porte chiuse, luci accese sulla cultura”, alla quale anche il Comune di Firenze ha deciso di aderire, promossa da Federculture con l’adesione dell’Anci e del Fai contro la manovra Finanziaria varata dal Governo.
 

VOLANTINAGGIO. Per questo il museo di Palazzo Vecchio verrà chiuso al pubblico da mezzogiorno a mezzogiorno e venti e durante il consueto orario di apertura ai visitatori sarà consegnato un volantino, che verrà distribuito anche negli altri musei, nell’archivio e nelle biblioteche comunali, con le ragioni della protesta; al volantinaggio in Palazzo Vecchio sarà presente anche l’assessore alla cultura Giuliano da Empoli.

TESTO VOLANTINO. Il volantino che verrà distribuito domani recita queste parole: “La cultura è il motore del progresso sociale ed economico del Paese, ma la manovra Finanziaria decreta una riduzione dell’80% delle spese per mostre ed eventi culturali, il blocco all’investimento di capitale privato nelle aziende culturali e il divieto per i piccoli Comuni di dotarsi di strumenti di gestione dei servizi culturali. Tutto ciò comporta meno servizi, meno offerta, meno occupazione e meno qualità”.

PREOCCUPAZIONE. Anche l’assessore da Empoli si dimostra preoccupato per i tagli che verranno effettuati dalla nuova Finanziaria e, poiché domani a Firenze si svolgerà Florens 2010, la scelta di non chiudere per l’intera giornata il museo di Palazzo Vecchio è stata dettata esclusivamente dall’esigenza di non creare disagi ai visitatori e a tutte le manifestazioni che si svolgeranno in Comune.

DA EMPOLI. “Ci auguriamo che proprio da Florens e da Firenze arrivi un contributo positivo per tornare a dare al settore culturale lo spazio e i fondi che merita”, ha concluso l’assessore da Empoli.

Ultime notizie

Toscana zona rossa o arancione: quando si decide il colore della prossima settimana

Per Pistoia e Siena probabile la conferma delle restrizioni, Empoli e Arezzo rischiano il cambio di colore. E oggi si saprà se la Toscana sarà zona rossa o arancione la prossima settimana (8-14 marzo)

Zona arancione e rossa: posso vedere congiunti e fidanzati fuori comune?

Il decreto Covid del governo Draghi aggiorna le regole sugli spostamenti. Si può andare a casa di congiunti, parenti o amici che abitano in comuni diversi, se ci si trova in zona arancione o rossa?

Zona arancione rafforzata: significato e regole della fascia “arancio scuro”

Si allarga nuova fascia di rischio: ecco dove è in vigore, il significato di "zona arancione rafforzata" o "zona arancione scuro", cos'è e le regole per capire cosa si può fare e cosa no

Il Reporter marzo 2021

L'atterraggio di Perseverance su Marte ci regala un certo gusto della rivincita, un invito a spostare un po’ più avanti la frontiera della fiducia nel futuro