Palazzo Pitti Firenze gratis 27 agosto

Ultima occasione di agosto per entrare gratis nei musei statali di Firenze e in particolare in quelli di Palazzo Pitti e nel giardino di Boboli. Martedì 27 agosto questi due luoghi d’arte sono a ingresso libero per ricordare l’incoronazione a granduca di Cosimo I de’ Medici avvenuta in questo stesso giorno del 1569.

La data fa parte dell’iniziativa Io vado al museo del Ministero per i Beni e le attività culturali che dà la possibilità ai singoli musei di decidere un calendario di giornate in cui il biglietto di ingresso costa zero.

Gli orari

Il 27 agosto Pitti e il Boboli saranno aperti gratuitamente secondo l’orario consueto e quindi il palazzo dalle 8.15 alle 18.50 (con la biglietteria che chiude alle 18.05)  mentre il giardino dalle 8.15 alle 19.30 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura).

Cosa si può visitare gratis il 27 agosto

Martedì sono visitabili i vari musei accolti nella reggia medicea: la Galleria Palatina, la Galleria d’Arte moderna, gli appartamenti Imperiali e Reali, il Museo della Moda e del Costume, il Tesoro dei Granduchi, il Museo delle Porcellane. Inoltre le sale del Museo della Moda e del Costume ospitano l’esposizione  “Romanzo breve di moda maschile”, organizzata in collaborazione con Pitti Immagine, mentre al primo piano sono in corso le due mostre che celebrano Cosimo I de’ Medici nel 500esimo anniversario della nascita: “Una biografia tessuta. Gli arazzi seicenteschi in onore di Cosimo I” (con grandi arazzi che descrivono episodi della sua vita) e “La prima statua per Boboli. Il Villano restaurato”.

Boboli ospita anche la mostra dell’artista britannico contemporaneo Tony Cragg, mentre nella Limonaia del giardino è allestita l’esposizione “Costruire un capolavoro: La colonna Traiana” che permette di ripercorrere il viaggio dei colossali blocchi marmorei dalle cave di Luni fino alla capitale, risalendo il Tevere.

Giardino Boboli Firenze gratis

Perché Palazzo Pitti e il giardino di Boboli sono gratis

L’incoronazione a granduca di Cosimo I sancì la nascita del Granducato di Toscana, grazie alla bolla emessa da papa Pio V dopo la conquista della Repubblica di Siena da parte dei Medici. Un atto importante, che poneva Cosimo I e dopo di lui i suoi successori ad un livello di prestigio che nessun altro principe italiano avrebbe potuto vantare.

Mostre a Firenze, cosa vedere durante l’estate 2019

Fu proprio Cosimo I a commissionare la costruzione dell’edificio che avrebbe dovuto accogliere le Magistrature, cioè le funzioni della macchina statale fiorentina, in seguito noto come Uffizi, a completare i lavori per il giardino di Boboli e ad ampliare lo Palazzo Pitti.

E gli altri musei gratis

Chi perderà questa occasione può sempre dare uno sguardo al calendario delle aperture gratuite dei musei statali di Firenze durante il 2019 oppure al nostro approfondimento sui luoghi d’arte fiorentini sempre a ingresso libero.