domenica, 20 Settembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Paolo Giordano incontra i lettori...

Paolo Giordano incontra i lettori a Firenze

L'appuntamento è questo pomeriggio in libreria, in occasione dell'uscita del suo nuovo romanzo ''Il corpo umano'' (Mondadori). Ingresso libero fino a esaurimento posti.

-

Paolo Giordano, l’autore de “La solitudine dei numeri primi”, incontra i lettori in occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo.

L’INCONTRO. L’appuntamento è questo pomeriggio alle 18 alla libreria Ibs (ex Melbookstore) in via de’ Cerretani: in programma c’è un reading musicale insieme a Plus (Minus&Plus), in occasione appunto dell’uscita del suo nuovo romanzo “Il corpo umano” (Mondadori). Ingresso libero fino a esaurimento posti, insieme all’autore interviene Gabriele Ametrano.

IL LIBRO. Questa la presentazione del libro:

“È un plotone di giovani ragazzi quello comandato dal maresciallo Antonio René. L’ultimo arrivato, il caporalmaggiore Roberto Ietri, ha appena vent’anni e si sente inesperto in tutto. Per lui, come per molti altri, la missione in Afghanistan è la prima grande prova della vita. Al momento di partire, i protagonisti non sanno ancora che il luogo a cui verranno destinati è uno dei più pericolosi di tutta l’area del conflitto: la forward operating base (fob) Ice, nel distretto del Gulistan, “un recinto di sabbia esposto alle avversità”, dove non c’è niente, soltanto polvere, dove la luce del giorno è così forte da provocare la congiuntivite e la notte non si possono accendere le luci per non attirare i colpi di mortaio. Ad attenderli laggiù, c’è il tenente medico Alessandro Egitto. È rimasto in Afghanistan, all’interno di quella precaria “bolla di sicurezza”, di sua volontà, per sfuggire a una situazione privata che considera più pericolosa della guerra combattuta con le armi da fuoco. Sfiniti dal caldo, dalla noia e dal timore per una minaccia che appare ogni giorno più irreale, i soldati ricostruiscono dentro la fob la vita che conoscono, approfondiscono le amicizie e i contrasti. In un romanzo corale, che alterna spensieratezza e dramma, Giordano delinea con precisione i contorni delle “nuove guerre”. E, nel farlo, ci svela l’esistenza di altri conflitti, ancora più sfuggenti ma non meno insidiosi: quelli familiari, quelli affettivi e quelli sanguinosi e interminabili contro se stessi”.

Ultime notizie

La Fiorentina sorride. Battuto il Toro

Biraghi, Castrovilli e Chiesa i migliori in campo

Referendum 2020: tutti i dati sull’affluenza

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari a partire dalle ore 12 del 20 settembre. Sulle previsioni pesa l'incognita Covid

La Rondine di Puccini al Teatro del Maggio musicale fiorentino

Molte accortezze anti-Covid, ma ancora tanta voglia di fare spettacolo. Al Maggio torna un titolo riscoperto del repertorio pucciniano