lunedì, 17 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & CulturaSindaco Arezzo : "Bloccare vendita...

Sindaco Arezzo : “Bloccare vendita dell’archivio Vasari”

il sindaco di arezzo intenzionarto a bloccare la vendita ai russi dell'archivio vasari

-

- Pubblicità -

La Soprintendenza archivistica per la Toscana ha notificato al Comune di Arezzo che l’Archivio Vasari e’ stato venduto per 150 milioni di euro. Lo comunica lo stesso Comune di Arezzo, spiegando che si parla di una societa’ russa della quale non e’ stato reso noto il nome.

”Siamo di fronte ad un evento disastroso e da scongiurare in ogni modo – ha detto stamani il sindaco Giuseppe Fanfani -. Un paese civile non vende ne’ la sua memoria ne’ il suo patrimonio culturale. E’ poi gravissimo che il Ministero dei Beni culturali, attraverso la Soprintendenza archivistica della Toscana, abbia comunicato in maniera fredda e burocratica a noi, alla Provincia di Arezzo ed alla Regione Toscana questo fatto. Non solo: ci ricorda che abbiamo a disposizione novanta giorni per esercitare il diritto di prelazione. E questo come se un Comune di dimensioni come Arezzo potesse avere a disposizione 150 milioni di euro”.

- Pubblicità -

Ha quindi scritto al Presidente del Consiglio, al Ministro per i beni culturali e anche al Presidente Putin, considerando che la società acquirente è russa, per bloccare la vendita.

”La vendita a privati del grande patrimonio costituito dall’archivio Vasari, riconosciuto come di ‘interesse storico particolarmente importante’ – scrive Fanfani – e’ cosa inconcepibile per una nazione civile che si appresta oltretutto a celebrare nell’anno 2011 il cinquecentenario della nascita di Vasari, con una serie di grandi manifestazioni di rilevanza internazionale. La vendita del grande patrimonio storico culturale costituito dall’archivio Vasariano, sarebbe al tempo stesso una perdita gravissima per la cultura italiana, oltreche’ un evidente motivo di discredito internazionale”.

- Pubblicità -

L’archivio e’ composto da vari documenti, molti autografati da Giorgio Vasari e dai piu’ importanti personaggi coevi: dai famosissimi come Michelangelo a quelli meno noti al grande pubblico.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -