domenica, 17 Ottobre 2021
HomeSezioniArte & CulturaTorna la Festa della Terracotta,...

Torna la Festa della Terracotta, nel fine settimana di Samminiatello

Sarà un fine settimana dedicato alla 12esima edizione della Festa della Terracotta, quello di Samminiatello nel comune di Montelupo Fiorentino. Tre giorni in cui a fare da protagonisti saranno i maestri terracottari con mostre, esibizioni, cene in piazza e musica per una delle tradizioni più amate della Toscana.

-

La 12esima edizione della Festa della Terracotta si terrà a Samminiatello nel comune di Montelupo Fiorentino, da venerdì 25 maggio a domenica 27.

TRADIZIONE. Al centro della manifestazione, la Terracotta, una delle tradizioni più rinomate della Toscana, con maestri terracottari, mostre, esibizioni, cene in piazza e tanta musica. L’inaugurazione ufficiale, con le autorità locali, sarà venerdì 25 alle ore 19, in piazza dell’Orcio, con l’inaugurazione della mostra “Il mare tra le genti”, a cura di Alfredo Gioventù – Kaled Ben Slimane.

”IL MARE TRA LE GENTI”. Il Cantiere di Arte Contemporanea previsto all’interno del progetto “Il mare tra le genti” ha visto la fattiva collaborazione dell’Associazione Terracottai di Samminiatello. In una inedita esperienza didattica, organizzata sul modello di una antica bottega rinascimentale, allievi delle Accademie d’Arte toscane, indirizzati da i due maestri della ceramica contemporanea, Alfredo Gioventù e Kaled Ben Slimane, si sono impegnati nella realizzazione di una grande installazione dedicata alla “rinascita” di una cultura mediterranea attraverso l’arte della ceramica. Questi esperti ceramisti montelupini, maestri dell’uso dell’argilla, modellata sia a colombino che al tornio, sono riusciti ad infondere, con il loro dinamismo ed entusiasmo, un grande interesse per la ceramica tra i giovani allievi e a dare alla “bottega” il sapore di una cultura “toscana” sempre aperta a nuove sfide e nuovi orizzonti.

IN PROGRAMMA. Il programma di venerdì prevede anche attività sportive, come la corsa podistica del terracottaio, una dimostrazione in piazza dei maestri terracottari, musica dal vivo e la possibilità di cenare agli stand della festa. La mattina di sabato inizierà con la costruzione e l’accensione di un forno di fibra alimentato a legna per tutto il giorno ed allestito in Piazza dell’Orcio, all’interno del quale saranno cotte opere, in argilla, foggiate dagli studenti del Liceo Artistico Statale L.B. Alberti di Firenze, coordinati dai maestri Francesco Bitossi, Gelasio Lotti, Paolo Scardigli, Stefano Gheri e Fernando Cini. E poi le mini olimpiadi del terracottaio, con i bambini ed i genitori della Scuola Materna ed Elementare S.Teresa, e in serata sfilata ed esibizione dei bandierai degli Uffizi. Alle 22, 30 si terrà invece l’apertura del forno di fibra allestito in Piazza dell’Orcio per rivelare le stupefacenti forme incandescenti dei manufatti eseguiti dagli allievi del Liceo Artistico Statale L.B. Alberti di Firenze.

DOMENICA. La mattina di domenica si terrà la mostra mercato della terracotta, nel pomeriggio Torneo di scherma rinascimentale organizzato dalla Sala d’Arme Achille Marozzo di Firenze. E poi ancora dimostrazione dei maestri, cene negli stand sino alla spettacolare chiusura con il volo di Toppile, Il gendarme illuminato che dal campanile arriva fino in Piazza dell’Orcio a cui seguiranno i fuochi d’artificio.

Ultime notizie