Villa medicea Firenze Petraia da vedere
L'interno della villa medicea della Petraia a Firenze

Definirle residenze nobiliari fuori città è riduttivo. Le tante ville medicee presenti intorno a Firenze erano delle vere e proprie regge dove soggiornavano i rappresentanti della potente famiglia: alcune di queste, sono oggi visitabili, ecco le più belle che è possibile vedere gratis.

Un itinerario alla periferia di Firenze

Lasciando il centro di Firenze, basta arrivare nella zona di Castello, periferia Nord ovest della città, per un itinerario tra alcune delle più importanti ville medicee e dimore storiche. Si tratta di un vero e proprio poker d’arte. I complessi storici si trovano a poca distanza l’uno dall’altro e per chi è abituato a camminare possono far parte anche di un percorso a piedi sulle colline sopra Careggi.

Villa della Petraia

Partiamo dalla Villa della Petraia, considerata una delle ville medicee più belle. L’edificio è passato di mano in mano nel corso dei secoli ed è stata modificata di conseguenza: dalla famiglia Brunelleschi agli Strozzi, dai Salutati ai Medici.

Nell’epoca di Firenze capitale fu anche residenza della “Bella Rosin”, Rosa Vercellana, amante e poi moglie di Vittorio Emanuele II, e alla stessa epoca risalgono molti arredi e la copertura in ferro e vetro del cortile interno. Oggi dentro questa bella villa medicea di Firenze si possono ammirare affreschi, sale principesche, salottini e una porzione del parco.

Villa Corsini (a Castello)

Scendendo per via della Petraia si incontra Villa Corsini, struttura nata nel Quattrocento ma che deve il suo aspetto barocco alla ristrutturazione diretta da Giovan Battista Foggini. Attenzione a non confonderla con la Villa Corsini al Prato, vicina al centro storico e celebre per il suo giardino, e con palazzo Corsini sui lungarni di Firenze.

Nelle stanze di Villa Corsini a Castello, che fa parte dei musei statali fiorentini, è possibile ammirare gli ambienti interni, la collezione archeologica di sculture antiche e il suggestivo giardino all’italiana.

Ville medicee di Firenze: Castello, il giardino

Da qui, imboccando via di Castello, si arriva alla villa medicea di Castello. Il suggestivo giardino all’italiana, progettato nel 1538 per volere di Cosimo I de’ Medici secondo i canoni di Leon Battista Alberti, è uno dei musei statali di Firenze ed è a ingresso gratuito.

Tra vialetti, sculture antiche e rinascimentali, fontane e grotte, prende posto la più grande collezione d’Europa di agrumi in vaso. La Villa di Castello invece è attualmente la sede dell’Accademia della Crusca ed è aperta alla visite su prenotazione (ma a pagamento) il mercoledì, il giovedì e l’ultima domenica del mese.

Ville medicee Firenze gratis giardino Castello
Il giardino della Villa medicea di Castello a Firenze

Villa La Quiete

Lasciando ancora le ville medicee, più spostata verso Careggi troviamo infine Villa La Quiete (via di Boldrone), che comunque è legata alla storia della nobile famiglia perché qui visse per 10 anni Anna Luisa de’ Medici, l’elettrice Palatina. Questo luogo ospitava congregazione delle Montalve e conserva un tesoro: una raccolta di opere e grandi pale cinquecentesche tra cui quelle del Botticelli, di Ridolfo del Ghirlandaio, oltre a un crocifisso ligneo di Baccio da Montelupo.

Il complesso fa parte del sistema museale dell’Università di Firenze e periodicamente, ad esempio nella bella stagione, apre le porte in occasione di visite guidate gratuite su prenotazione, per scoprire anche i vari ambienti come la chiesa della Santissima Trinità e la farmacia seicentesca, mentre il giardino non è accessibile perché al centro di un progetto di restauro.

Ville medicee nei dintorni di Firenze (gratis)

Fuori Firenze si trovano altre due ville medicee, da visitare sempre senza spendere un euro. A una cinquantina di minuti di auto da Firenze si trova la villa medicea di Cerreto Guidi, al centro dell’omonima cittadina. Costruita per volere di Cosimo I come residenza di caccia e punto di controllo, è famosa anche per la leggenda sulla tragica morte di Isabella de’ Medici, che secondo il mito (sfatato dagli studiosi moderni) sarebbe stata strangolata da sicari ingaggiati dal marito geloso. Conserva ritratti medicee, arazzi, dipinti e il museo storico della caccia e del territorio.

I musei di Firenze gratis (sempre): cosa vedere a costo zero

In provincia di Prato si trova infine la villa medicea di Poggio a Caiano, immersa in un grande parco dominato dalla limonaia ottocentesca. La villa, progettata da Giuliano da Sangallo per Lorenzo il Magnifico, fu conclusa all’inizio del sedicesimo secolo dal figlio di Lorenzo, Giovanni (Papa Leone X) a cui è intitolata la maestosa sala dove ammirare gli affreschi di Andrea del Sarto, Pontormo, Franciabigio e Alessandro Allori. Da vedere anche il museo della natura morta (su prenotazione), al secondo piano, con 200 dipinti. Per gli ambienti interni sono previsti visite con ingressi ogni ora.

L’elenco delle ville storiche e medicee da vedere a Firenze (gratis)

  • Villa medicea della Petraia – via della Petraia 40, Firenze
  • Giardino della Villa medicea di Castello – via di Castello 44, Firenze
  • Villa Corsini a Castello – via della Petraia 27, Firenze
  • Villa La Quiete – via di Boldrone 2, Firenze
  • Villa medicea di Cerreto Guidi – via dei Ponti Medicei 7, Cerreto Guidi (FI)
  • Villa medicea di Poggio a Caiano – piazza dei Medici 14 , Poggio a Caiano (Prato)

Gli orari

Per le informazioni sulle visite, sui giorni e gli orari di apertura delle ville medicee è possibile consultare il sito del Polo museale della Toscana da cui dipendono tutti i luoghi, ad eccezione di Villa La Quiete.

Qui invece i musei di Firenze gratis, tutti i giorni.