sabato, 4 Febbraio 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaElezioni 2023, regionali e comunali:...

Elezioni 2023, regionali e comunali: quando e dove si vota

4 regioni e oltre 700 comuni chiamati alle urne. Per due appuntamenti elettorali ci sono già le date. Ecco dove si vota per le elezioni 2023

-

- Pubblicità -

Chiuso di recente il capitolo delle politiche, parte adesso la discussione sulla data delle prossime elezioni regionali e comunali 2023: si vota in 4 regioni italiane e, per le amministrative, in oltre 700 città tra regioni a statuto ordinario e speciale. Insomma dopo pochi mesi riprende la campagna elettorale e si torna alle urne tra l’inverno e la primavera. Le sfide più importanti si giocheranno per quanto riguarda i presidenti di Regione, ma ci sono anche importanti comuni in cui i cittadini saranno chiamati a scegliere il nuovo sindaco.

Dove si vota per le elezioni 2023 in Italia: regionali e comunali

In particolare le elezioni 2023, per scegliere i nuovi governatori e i consigli regionali riguardano 4 territori (Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Molise) a cui si aggiunge la provincia autonoma di Trento. Al momento tre regioni sono governate dal centro destra (il Friuli Venezia Giulia dal leghista Massimiliano Fedriga, la Lombardia da Attilio Fontana sempre della lega, il Molise da Donato Toma eletto con Forza Italia) e una dal centro sinistra (il Lazio, guidato ad interim da Daniele Leodori Pd dopo l’elezione di Nicola Zingaretti come deputato Pd).

- Pubblicità -

Solo oltre 700 le città dove verrà scelto il nuovo sindaco, ecco i capoluoghi di provincia che saranno interessati dalle elezioni comunali 2023, regione per regione:

  • Lombardia – Brescia, Sondrio
  • Veneto – Treviso, Vicenza
  • Friuli Venezia Giulia – Udine
  • Liguria – Imperia
  • Toscana – Massa, Pisa, Siena
  • Umbria – Terni
  • Marche – Ancona
  • Abruzzo – Teramo
  • Puglia – Brindisi
  • Sicilia – Catania, Ragusa, Siracusa, Trapani

Scendendo nel dettaglio, in Toscana oltre ai 3 comuni capoluogo (Massa, Pisa e Siena) le elezioni amministrative interesseranno anche Impruneta, Marradi, Campi Bisenzio (Firenze) dopo che il sindaco Emiliano Fossi è stato eletto in Parlamento, Pescia (Pistoia) e Pietrasanta (Lucca). A questi si aggiungono altri 13 piccoli comuni.

Elezioni 2023 quando si vota per regionali e comunali: la data e gli orari

- Pubblicità -

Già decisa la data delle elezioni regionali in Lombardia e Lazio, dove si vota domenica 12 e anche lunedì 13 febbraio 2023, come deciso dal Consiglio dei Ministri in un decreto che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 dicembre. Il Cdm – a differenza delle ultime politiche – ha deciso di prevedere le votazioni su due date, con l’apertura delle urne domenica dalle ore 7 alle 23 e anche nella giornata di lunedì, con orario 7-15. Ancora non è stato deciso invece quando si vota in Friuli Venezia Giulia e in Molise, elezioni a cui potrebbero essere accorpate le comunali durante la primavera 2023, mentre la tornata elettorale per la provincia autonoma di Trento si dovrebbe svolgere nell’autunno 2023. Anche in questi casi sarà valutata la possibile estensione su due giorni.

Per cosa e come si vota

In Lombardia, Lazio, Friuli Venezia Giulia e Molise gli elettori sono chiamati a scegliere il presidente della Regione (quello che giornalisticamente spesso viene chiamato “governatore”) e i Consiglieri regionali, in base alle leggi elettorali delle singole regioni: in questi 4 territori non è previsto il ballottaggio.

- Pubblicità -

Nelle oltre 700 città italiane dove si svolgeranno le elezioni comunali 2023 i residenti voteranno il nuovo sindaco e il Consiglio comunale, con la possibilità del voto disgiunto nei comuni con più di 15.000 abitanti, di dare due preferenze per i consiglieri (una sola nei comuni con meno di 5.000 abitanti) e con il ballottaggio se nessuno dei candidati sindaco raggiunge il 50% più uno dei voti (nelle città con più di 15.000 abitanti). Per allestire i seggi, seguire le operazioni di voto ed effettuare lo spoglio delle schede, per le elezioni comunali e regionali 2023 saranno nominati scrutatori e presidenti di seggio, a cui andrà il compenso previsto dalla legge.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -