domenica, 29 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Nuovo Dpcm: si può uscire...

Nuovo Dpcm: si può uscire dalla regione, dal comune o dopo le 22?

Quando si può uscire di casa e quando sono vietati gli spostamenti fuori dal proprio Comune di residenza: cosa dice il nuovo decreto del presidente del Consiglio

-

Tutti a caccia delle FAQ per interpretare le regole del nuovo Dpcm anti-Covid pubblicato il 4 novembre e in vigore fino al 3 dicembre 2020 con un “semi-lockdown” nelle regioni italiane più a rischio: molti si chiedono se si può uscire dalla propria regione o se si possono fare spostamenti fuori dal territorio del proprio Comune di residenza, come anche se è possibile uscire di casa dopo le ore 22, quando scatta il coprifuoco. Facciamo un po’ di chiarezza.

Con il nuovo Dpcm si può o non si può uscire dalla regione di residenza e fare spostamenti tra regioni

Le regioni della “zona gialla” (inizialmente chiamata dai giornali “zona verde”) non sono chiuse per Covid. Il nuovo Dpcm introduce invece il divieto di spostamento da regione a regione nei territori ad alto rischio per i contagi (le cosiddette regioni rosse e arancioni) con il blocco dei confini interregionali: in questi due casi non si può uscire dalla regione se non per motivi di salute, lavoro o di necessità, giustificando il viaggio con il modulo di autocertificazione.

È permesso in ogni caso il rientro alla propria residenza, al proprio domicilio o nella propria abitazione, e anche il transito attraverso le regioni rosse e arancioni se questo tragitto è necessario per arrivare in territori dove non è previsto lo stop agli spostamenti.

Si può uscire dal proprio Comune di residenza, cosa prevede l’ultimo Dpcm di novembre

Stesso discorso per gli spostamenti tra Comuni: il Dpcm che entra in vigore il 6 novembre non impone restrizioni per le “zone gialle”, raccomandando di non muoversi se non per motivi validi, senza quindi un divieto vero e proprio.

Al contrario, nei territorio di regioni considerate zona rossa (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Calabria) o arancione (Puglia e Sicilia) non si può circolare tra comuni: in queste 2 situazioni, il Dpcm di novembre consente di uscire dal proprio Comune di residenza o di domicilio solo per motivi di lavoro, di salute, di studio (per andare a scuola alle lezioni in presenza), per necessità oppure per usufruire dei servizi ancora aperti (e che non devono essere disponibili nel Comune di appartenenza). Serve quindi il modulo di autocertificazione. Salvo che per questi motivi, è vietato entrare nelle 6 regioni rosse e arancioni. E’ comunque garantito il diritto di rincasare e raggiungere la propria abitazione.

Si può uscire di casa dopo le 22, secondo il nuovo Dpcm? Dove c’è il coprifuoco

In tanti cercano le FAQ al Dpcm pubblicato il 4 novembre 2020 anche per capire le regole per uscire di casa in serata: a differenza del decreto precedente, il nuovo provvedimento ha introdotto un coprifuoco nazionale dalle 22 alle 5.

Per spostarsi durante la notte è necessario quindi specificare un motivo valido (lavoro, salute, necessità) e – nel caso di controlli delle forze dell’ordine – compilare il modulo di autocertificazione, simile a quello usato durante il lockdown.

Gli orari di ristoranti e bar

Fuori dalle zone rosse e arancioni, ristoranti, bar, pasticcerie, gelaterie e i servizi di ristorazione in genere possono restare aperti dalle 5 alle 18, con un numero massimo di 4 persone non conviventi per ogni tavolo, mentre dalle 18 alle 22 sono consentiti la consegna a domicilio e l’asporto ma senza la consumazione sul posto o nelle vicinanze dell’attività.

Nelle regioni ad alto rischio Covid (rosse e arancioni) il Dpcm dispone la chiusura di ristoranti, bar e servizi di ristorazione, ma restano consentiti sia la consegna a domicilio sia il take away (sempre senza consumare i cibi o le bevande nei pressi dell’attività). Qui la lista aggiornata delle zone rosse, arancioni e gialle.

Ultime notizie

Dove vedere Milan Fiorentina in tv: Sky o Dazn?

Milan Fiorentina si terrà domenica 29 novembre alle 15.00, allo Stadio Meazza: ma dove vederla in tv, su Sky o Dazn?

“Tanti piccoli fuochi” di Celeste Ng, la recensine

Una scrittura magnificamente scorrevole, paragonabile alla nostra Elena Ferrante, che racconta la mentalità benpensate americana.

Quanti contagiati oggi in Italia: meno casi, scendono le terapie intensive

I dati del 28 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?