martedì, 1 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Quando posso andare dal parrucchiere...

Quando posso andare dal parrucchiere in un altro comune

Per la messa in piega si può sconfinare? E andare da un parrucchiere che si trova in un comune contiguo al proprio? Cosa dicono le regole per gli spostamenti in zona rossa e arancione

-

È uno dei dilemmi in zona rossa e arancione: posso andare dal parrucchiere di fiducia in un altro comune, anche se mi sposto fuori dalla città di residenza o di domicilio? Le disposizioni dell’ultimo Dpcm per le aree ad alto rischio Covid hanno infatti introdotto limitazioni per chi si muove, anche per chi vuole cambiare acconciatura o dare un ritocchino al taglio di capelli.

A differenza di quando successo durante il lockdown, barbieri e coiffeur possono restare aperti in tutto il Paese, indipendentemente dal “colore” delle singole regioni. Se in zona arancione non sono consentiti gli spostamenti fuori comune, in zona rossa bisogna giustificare ogni uscita, ma in entrambi i casi si può andare dai parrucchieri presenti nel proprio comune, perché il decreto permette di recarsi negli esercizi rimasti attivi. Le regole cambiano però per chi si muove tra comuni diversi.

Zona rossa e arancione: posso andare dal parrucchiere di fiducia in un altro comune?

Sul sito del governo manca una spiegazione al riguardo e in più parti d’Italia le associazioni di categoria hanno chiesto chiarimenti riguardo agli spostamenti fatti in zona rossa e arancione per andare dal parrucchiere o dalla parrucchiera di fiducia che si trova però fuori dal comune dove abita il cliente.  “La regola generale – spiega Antonella Batacchi, hair stylist e presidente di CNA Acconciatura Firenze – è che nella zona rossa e nella zona arancione si può andare in un altro comune solo se nella cittadina in cui si abita non è presente un negozio di parrucchiere, ma si tratta veramente di pochissimi casi”.

Si può quindi andare dalla periferia a un salone del centro, se si resta all’interno dei confini comunali, ma non mettersi in macchina e allontanarsi dalla città dove si vive per un taglio di capelli. La fiducia che un cliente ripone in uno specifico professionista del settore non è considerata una motivazione valida per giustificare gli spostamenti tra comuni, se la regione in cui ci si trova è classificata zona rossa o arancione.

Si può andare in un comune contiguo o confinante per tagliarsi i capelli dal parrucchiere?

Un po’ di confusione si è generata anche a Firenze, dopo l’interpretazione di una risposta ufficiale della Prefettura che parlava di “spostamenti in comuni contigui” per andare dal parrucchiere nonostante la zona rossa. “E’ bene precisare che non è consentito andare fuori comune per recarsi dal parrucchiere di fiducia – puntualizza Elena Bardi, coordinatrice del settore benessere di CNA Firenze – la Prefettura ha chiarito su nostra richiesta che è consentito andare dal parrucchiere in un comune contiguo solo se ci si trova in zone di confine e il negozio è effettivamente quello più vicino, nel raggio di un paio di chilometri dall’abitazione del cliente”.

La zona rossa “taglia” il fatturato dei parrucchieri: -80%

Intanto anche i parrucchieri risentono della zona rossa, nonostante siano tra le poche categorie graziate dal Dpcm. “Purtroppo non c’è nessuno, siamo vuoti, girano pochissime persone, direi che c’è stato un crollo dell’80% – osserva Antonella Batacchi, che gestisce un salone nel centro di Firenze, a due passi dagli Uffizi – all’inizio c’è stato un vero e proprio assalto per tagliarsi i capelli dopo il fai-da-te del lockdown, nei mesi scorsi ci siamo attestati su un numero di clienti abbastanza normale, anche se se in flessione rispetto ai tempi pre-emergenza. Ci stavamo iniziando a riprendere ora, anche dai debiti fatti durante la chiusura, questa nuova botta non aiuta. Passeremo l’emergenza, ma speriamo con la minor quantità di danni possibile”.

Ultime notizie

Covid Toscana 1° dicembre, contagi ancora in calo. Ma meno tamponi

I dati dal bollettino della Regione: il coronavirus sembra frenare in Toscana. In diminuzione nuovi contagiati, ricoverati e persone in terapia intensiva

Spostamenti tra comuni con il nuovo Dpcm: novità dopo il 3 dicembre

In via di definizione le regole per gli spostamenti sotto le feste natalizie. Sul tavolo varie ipotesi anche per la circolazione tra comuni vicini in zona arancione e rossa

Saldi 2021: in Toscana inizio il 30 gennaio, promozioni consentite già da Capodanno

L'inizio ufficiale dei saldi 2021 in Toscana è fissato per il 30 gennaio, ma sarà permessa maggiore flessibilità sulle promozioni già dal 1°

Coop e il crowdfunding per finanziare la ricerca sul Covid

Al via l'iniziativa di crowdfunding organizzata nei supermercati di Unicoop Firenze per finanziare la ricerca di un antidoto al coronavirus