Home Sezioni Cronaca & Politica Quando la Toscana diventa zona bianca: resta gialla anche a giugno

Quando la Toscana diventa zona bianca: resta gialla anche a giugno

Secondo le regole per il passaggio in zona bianca, la Toscana resta ancora in fascia gialla. Si guarda all'incidenza settimanale dei contagi

Toscana zona bianca quando diventa giugno regole Covid

La Toscana non diventa zona bianca e resta gialla per buona parte del mese di giugno, con tanto di coprifuoco e riaperture graduali. Dati alla mano sarà tra le ultime aree d’Italia a entrare nella fascia con le minori restrizioni. Per capire quando la Toscana diventa zona bianca, bisogna prendere in considerazione l’incidenza dei contagi di coronavirus, un parametro per cui la nostra regione è ancora sopra il valore limite. Sfuma così la possibilità di dire addio alla zona gialla il 14 giugno, come auspicato dal governatore Eugenio Giani nei giorni scorsi.

Quando la Toscana diventa zona bianca: se tutto va bene a fine giugno

Le regole del governo stabiliscono che la Toscana, come tutte le altre regioni italiane, può diventare zona bianca solo quando l’incidenza dei contagi è sotto i 50 casi settimanali ogni 100.000 abitanti per 21 giorni consecutivi. Questo significa che servono dei dati omogenei nell’arco di 3 settimane e che una volta promossi nella “white list” si può essere retrocessi già dopo 7 giorni se la situazione peggiora. Secondo l’ultimo monitoraggio redatto in base ai dati raccolti tra il 21 e il 27 maggio, la Toscana resta zona gialla dal 31 maggio perché ha un’incidenza di 58,7 casi di Covid per 100.000 abitanti: il conto alla rovescia per la zona bianca non può scattare ancora.

La buona notizia è che il trend è in netto miglioramento, visto che lo stesso parametro 7 giorni prima era a quota 84. Se la tendenza sarà confermata, la Toscana avrà il primo dato utile per la zona bianca nel monitoraggio del 4 giugno. Dunque basta fare due conti. Lunedì 21 giugno: ecco quando la Toscana potrebbe diventare zona bianca, sempre che non ci siano sorprese sul fronte epidemiologico.

La differenza tra zona bianca e gialla, le regole

Almeno fino al 21 giugno in Toscana restano in vigore le regole della zona gialla che però con il passare delle settimane cambieranno per effetto del decreto riaperture bis: dal 1° giugno sono aperti anche i ristoranti e i bar al chiuso, lo stesso giorno si può tornare negli stadi e negli impianti sportivi (con capienza al 25%), il coprifuoco è confermato alle 23 (alle 24 dal 7 giugno, abolito dal 21 giugno). E poi dal 15 giugno via alle feste di matrimonio, ai parchi di divertimento e alle fiere.

Quando la Toscana diventerà invece zona bianca non sarà più previsto il coprifuoco (ma poco cambierà, visto che dal 21 giugno scomparirà anche in zona gialla) e non ci saranno più limitazioni alle attività: le uniche regole anti-contagio riguarderanno i comportamenti delle persone. In zona bianca sono confermate solo le misure sul distanziamento e sul contingentamento degli ingressi, oltre all’obbligo di indossare la mascherina al chiuso e all’aperto.