Teatro romano Fiesole Cinema all'aperto
Foto: pagina Facebook Estate Fiesolana

Può essere considerata a tutti gli effetti una delle arene estive più suggestive di Firenze: nel Teatro Romano di Fiesole torna il cinema all’aperto, con la rassegna “Stensen d’estate 2019”, che porta sul grande schermo una programmazione di 15 film, scelti tra le migliori produzioni degli ultimi anni.

Si va dall’omaggio al regista Carlo Sorrentino, a cui è andato il Premio Fiesole 2019 (con 3 titoli in cartellone: Le conseguenze dell’amore, L’amico di famiglia e Il Divo), ai grandi successi come Captain fantastic di Matt Ross, fino alle pellicole d’essai da scoprire. Il cinema all’aperto nel Teatro romano di Fiesole fa parte del cartellone della 71esima Estate Fiesolana ed è curato dalla Fondazione Stensen di Firenze.

Le date del cinema al teatro Romano di Fiesole

Il proiettore si accende sulle colline fiorentine sabato 3 agosto per restare attivo tutte le sere, compresa quella di Ferragosto, fino a domenica 18 agosto 2019. Apertura con Le grand bal di Laetitia Carton, che racconta la storia del “grande ballo” che ogni anno richiama migliaia di persone in un paesino della campagna francese, la chiusura è affidata invece al ritratto di Giulio Andreotti firmato da Paolo Sorrentino con Il Divo.

Orario e costo del biglietto

Non ci sono poltroncine o sedie in questa speciale arena estiva: gli spettatori per assistere alle proiezioni del cinema all’aperto prendono posto direttamente sulle gradinate del teatro romano di Fiesole, uno dei più antichi ancora esistenti, realizzato alla fine del primo secolo avanti Cristo. L’inizio delle proiezioni è previsto ogni sera alle ore 21.15 e in caso di maltempo saranno annullate. Il biglietto di ingresso è unico e costa 3 euro.

Cinema all’aperto Firenze 2019: tutte le arene estive

Teatro romano di Fiesole: il cinema all’aperto e la programmazione 2019

Ecco in dettaglio il programma della rassegna “Stensen d’Estate –  I più bei film sotto le stelle d’agosto”, con i titoli e la trama in sintesi.

Sabato 3 agosto – ore 21.15
Le grand bal di Laetitia Carton (95 min)
Ogni anno più di duemila persone, di età ed estrazione sociale diverse, si riuniscono da ogni parte d’Europa nella campagna francese per un’esperienza straordinaria: 7 giorni e 8 notti di balli e musica dal vivo, per tutti, unite dalla gioia della danza.

Domenica 4 agosto – ore 21.15
Le conseguenze dell’amore di Paolo Sorrentino (100 min)
Ogni uomo ha il suo segreto inconfessabile. Ma Titta Di Girolamo ne ha più di uno. Altrimenti perché un uomo di cinquant’anni, del sud, dovrebbe vivere da otto anni in una anonima camera d’albergo di un’anonima cittadina della Svizzera italiana?

Cinema Teatro Romano Fiesole programmazione Carlo Sorrentino
Una scena del film “Le conseguenze dell’amore”

Lunedì 5 agosto – ore 21.15
Mad Max Fury Road di George Miller (120 min)
In un paesaggio desertico e desolato dove l’umanità è distrutta, due ribelli in fuga tentano di ristabilire l’ordine: Max, uomo d’azione e di poche parole, che cerca pace dopo la perdita della famiglia, e Furiosa, che intraprende un viaggio a ritroso verso i luoghi della sua infanzia.

Martedì 6 agosto – ore 21.15
Paterson di Jim Jarmusch (113 min)
Un film sulla poesia che è esso stesso poesia. Paterson è un autista di autobus nell’omonima città del New Jersey. Vive con la moglie Laura e il cane Marvin appuntando le sue poesie su un taccuino. Il suo amore per William Carlos Williams, Ginsberg, O’Hara è una lente che dà senso al quotidiano che lo circonda.

Mercoledì 7 agosto – ore 21.15
Captain fantastic di Matt Ross (120 min)
Ben vive con la moglie e i sei figli isolato dal mondo nelle foreste del Pacifico nord-occidentale. Ma quando una tragedia colpisce la famiglia, Ben è costretto ad affrontare il mondo civilizzato. Un on the road quanto mai originale che si interroga sulla famiglia, la cultura, l’educazione.

Giovedì 8 agosto – ore 21.15
Omicidio al Cairo di Tarik Saleh (106 min)
Potentissimo noir ambientato al Cairo nei giorni precedenti la rivoluzione di Piazza Tahrir. Una bella e giovane donna viene trovata uccisa in un hotel di lusso. Per cercare giustizia, l’agente Noredin dovrà scontrarsi con la corruzione della polizia, i servizi segreti e un’élite politica intoccabile.

Venerdì 9 agosto – ore 21.15
Corpo e anima di Ildikò Enyedi (116 min)
Nel corso di un colloquio aziendale, Mária ed Endre scoprono di sognare entrambi la stessa cosa: una foresta innevata dove sono due leggiadri cervi che si amano. Ma per due persone così introverse e all’apparenza del tutto estranee non è semplice ricreare alla luce del giorno l’intimità delle loro notti solitarie.

Sabato 10 agosto – ore 21.15
Frances Ha di Noah Baumbach (86 min)
Frances ha 27 anni, è un’aspirante ballerina e vive a New York con la migliore amica. Quando questa si fidanza e i sogni lavorativi si infrangono, Frances deve ripensare la propria vita, cercando di salvaguardare il suo entusiasmo. Commedia in bianco e nero di intensa leggerezza.

Domenica 11 agosto – ore 21.15
L’amico di famiglia di Paolo Sorrentino (110 min)
Geremia De’ Geremei, settantenne, usuraio, brutto, lercio, tirchio, cinico ha un rapporto morboso e ossessivo con qualsiasi cosa. Con la madre, il padre, i soldi, le donne, insomma con la vita. Per questo, pensa di essere solo.

Lunedì 12 agosto – ore 21.15
The party di Sally Potter (71 min)
The Party come “festa” o come “partito”? Entrambi. Janet è infatti appena stata nominata ministro ombra della salute per i laburisti. Decide quindi di invitare gli amici per una festa celebrativa. Ma, mentre si dedica ai preparativi, il marito Bill sembra preoccupato e distratto.

Martedì 13 agosto – ore 21.15
Libere disobbedienti innamorate di Maysaloun Hamoud (96 min)
Tel Aviv: tre donne condividono un appartamento e la stessa necessità di essere più forti di chi le giudica o le umilia. Una riflessione universale sull’indipendenza femminile, affrontata con grande sensibilità e un pizzico di istinto rock.

Mercoledì 14 agosto – ore 21.15
La donna che canta di Denis Villeneuve (130 min)
Una donna libanese affida in punto di morte due lettere ai figli gemelli, una da consegnare al padre che non hanno mai conosciuto e l’altra a un fratello che non sapevano di avere. Questa ricerca diventa un viaggio senza compromessi nelle atrocità della guerra del Libano.

Giovedì 15 agosto – ore 21.15
Un affare di Famiglia di Kore’eda Hirokazu (121 min)
Osamu, la moglie Aki e il figlioletto Shota vivono di espedienti e piccoli furti. Ma quando trovano per strada una bambina abbandonata, decidono di prenderla con sé. Palma d’Oro a Cannes che riflette sulla famiglia, i legami di sangue, l’affetto che può annidarsi in forme inconsuete.

Venerdì 16 agosto – ore 21.15
Morto Stalin, se ne fa un altro di Armando Iannucci (106 min)
Russia 1953. Stalin, sicuro del suo potere, continua a ordinare omicidi e deportazioni. Quando una mattina viene trovato riverso sul pavimento, scoppia il panico e automaticamente anche la corsa per la successione. Una farsa sul potere in stile Monty Python, con Steve Buscemi e Michael Palin.

Sabato 17 agosto – ore 21.15
The square di Ruben Östlund (142 min)
Christian, curatore di un importante museo d’arte di Stoccolma, è pronto per il debutto di un’installazione che invita all’altruismo e alla condivisione, ma quando gli viene rubato il cellulare la sua vita precipita nel caos. Una riflessione sul contemporaneo e le sue ipocrisie, vincitore della Palma d’Oro e di 6 Oscar europei.

Domenica 18 agosto – ore 21.15
Il Divo di Paolo Sorrentino (110 min)
Il ritratto grottesco di Giulio Andreotti, freddo e insonne gerontocrate, che a capo della DC ha attraversato le più importanti vicende politiche italiane: l’uccisione di Aldo Moro e altre morti misteriose (Pecorelli, Calvi, Sindona, Ambrosoli), Tangentopoli, i processi per collusione con la mafia.

Aggiornamenti e informazioni sul sito della Fondazione Stensen.